La tassa automobilistica

Bollo auto 2021 sarà cancellato? Allo studio sconti dalle Regioni

Il bollo auto 2021 sarà cancellato? Ecco le novità: tutte le proposte avanzate dalle varie Regioni in relazione alla tassa sulla proprietà delle vetture

11 dicembre 2020 10:45
Bollo auto 2021 sarà cancellato? Allo studio sconti dalle Regioni

Da tempo gli automobilisti chiedono l’eliminazione del bollo auto, ma ora la richiesta si è fatta più pressante alla luce della crisi economica da Covid-19 che crea notevoli problemi di liquidità a famiglie e imprese rendendone sempre più fastidioso il pagamento. Il lockdown, infatti, ha limitato i nostri spostamenti costringendoci a lasciare a casa l’auto più di quanto non si era fatto negli anni precedenti.

 

La domanda che si stanno facendo un po’ tutti, in questo momento, è: il bollo auto 2021 sarà cancellato? Vediamo cosa bolle in pentola e le proposte avanzate dalle varie Regioni in relazione alla tassa sulla proprietà delle vetture.

 

Bollo auto 2021: esenzioni e iniziative regionali

La rivoluzione green giova non solo alla salute ma anche alle tasche degli italiani. Oltre agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche ed ibride, ecobonus auto, è prevista anche l’esenzione dal pagamento del bollo auto per tre o cinque anni a partire dalla data della prima immatricolazione. E per tutti gli altri automobilisti, ci sono novità sul fronte del bollo auto 2021?

 

Non proprio tutti devono pagare il bollo auto. Sono previste esenzioni dal pagamento della tassa sul possesso dell’auto oltre ai disabili con Legge 104 ed ai possessori di auto storiche, coloro che hanno acquistato autoveicoli green. In particolare, i proprietari di veicoli con alimentazione ibrida elettrificata, 100% elettrica o bi-fuel benzina-idrogeno, non devono pagare il bollo auto per tre o cinque anni dalla data di prima immatricolazione. Previste anche un’esenzioni per le auto alimentate a GPL, con la regolamentazione che varia da Regione a Regione.

 

Le Regioni italiane, infatti, possiedono una certa discrezionalità in materia di bollo auto. In particolare, possono stabilire variazioni sulla tassa di possesso del veicolo con il solo vincolo di non aumentare la pressione fiscale rispetto al limite massimo previsto dallo Stato.  

 

Bollo auto 2021: allo studio sconti causa Covid

A fronte di questa autonomia decisionale, alcune Regioni stanno pensando a nuove esenzioni o riduzioni del bollo auto per aiutare le famiglie italiane colpite dalla pandemia, a fronte delle sempre più pressanti richieste di cancellazione del bollo auto ricevute dagli automobilisti.

 

Non si tratterà di una vera e propria eliminazione della tassa ma piuttosto di una riduzione, uno sconto, un taglio.  

 

Ad esempio, Lombardia e Campania vorrebbero applicare uno sconto del 10% agli automobilisti che decidono di pagare la tassa con la domiciliazione bancaria mentre l’Emilia-Romagna starebbe studiando una proroga della scadenza del pagamento del bollo auto 2020 da dicembre a marzo 2021, senza incorrere in sanzioni. Il rinvio sarebbe previsto solo per coloro che devono effettuare il versamento della tassa automobilistica tra il 1° novembre 2020 ed il 31 gennaio 2021.

 

L’Abruzzo pensa ad un taglio generalizzato del 10% del bollo auto 2021 per chi effettuerà la domiciliazione bancaria, con un’iniziativa a firma del consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Francesco Taglieri. Prevista anche l’esenzione dal pagamento del bollo auto per chi acquista un veicolo elettrico, nuovo, usato o a chilometri zero, per gli anni 2021, 2022 e 2023. Chi, invece, acquisterà un’auto ibrida avrà una riduzione del 50% della stessa tassa e per il medesimo periodo.

 

Qualcosa si muove anche in Molise, con la proposta di legge avanzata da Aida Romagnuolo, presidente della Terza Commissione Consiliare in Regione, che vorrebbe stabilire un’esenzione del pagamento del bollo auto quinquennale per chi compra un’auto elettrica e triennale per chi acquista un veicolo ibrido. Previste agevolazioni anche per gli altri automobilisti molisani che optano per la domiciliazione bancaria: con un taglio del 10% per i possessori di auto a benzina e diesel e del 15% per coloro che hanno redditi bassi, ovvero possiedono un Isee inferiore a 15mila euro.  

 

In Lombardia, invece, le auto elettriche, quelle a idrogeno e a gas sono già esenti dal bollo per sempre. Le auto nuove o usate Euro 5 o Euro 6, bifuel o ibride, invece beneficiano di una esenzione triennale se contestualmente all’acquisto si rottamano veicoli Euro 0 e 1 (diesel e benzina) ed Euro 2 e 3 (solo diesel).

 

Tra le altre buone notizie che riguardano gli automobilisti va ricordata anche la cancellazione totale di tutti i debiti di importo inferiore ai mille euro (capitale, interesse e sanzioni) che siano stati affidati agli Agenti della Riscossione in un periodo compreso tra il 1° gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2010, bolli e multe incluse.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA