Ottavi Champions League

Sorteggi Champions ottavi: Lazio, Juventus e Atalanta. Le avversarie

Tre sfide molto diverse, ma che hanno un sapore di ambizioni e sogni. Gasperini così come Inzaghi dovranno fare un mezzo miracolo, la Juve deve stare vigile

Sorteggi Champions ottavi: Lazio, Juventus e Atalanta. Le avversarie

Tre italiane su quattro sono riuscite a superare la fase a gironi di Champions League, inserendosi così tra le sedici squadre che affronteranno gli ottavi di finale a partire dalla settimana del 17 febbraio. Oggi vi sono stati a Nyon i sorteggi e seppur manchi ancora diverso tempo alle sfide si possono fare le prime analisi su cosa dovranno aspettarsi le squadre dal cammino europeo.

 

Lazio: Peggio non poteva andare 

Nessuna squadra può considerarsi la favorita più di chi ha vinto l’ultima edizione di Champions League e continua a mostrasi invincibile: il Bayern Monaco. I capitolini si troveranno dunque ad affrontare la più ostica delle sfide, ma in Coppa dei Campioni si sa nessuna sfida può essere considerata facile, specie se in ballo vi sono le 16 migliori d’Europa. Il Bayern quest’anno ha affrontato nuovamente il girone con facilità: 5 vittorie ed un pareggio, con Robert Lewandowski che ogni anno dà la sensazione di essere migliorato. Dal canto suo Inzaghi deve sperare di rinforzare o piuttosto estendere la rosa nel mercato di gennaio, per poter giocare due gare tatticamente perfette. È vero che parlare di miracolo non è utopia, ma i capitolini hanno dimostrato più volte che nelle sfide di peso, rispondono presente. I cugini giallorossi aspettavano con ansia che arrivassero i campioni di Germania come avversari della Lazio (visto il 7-1 subito qualche anno fa) nella speranza di rispondere agli  innumerevoli sfottò. Speriamo che non ci rimangano male una seconda volta!

 

Juventus: Sulla carta la più facile, ma…

Il Porto sarà l’avversario che ospiterà i bianconeri nella prima sfida il 17 febbraio. Una gara che sulla carta può sembrare semplice, visto anche le alternative che potevano capitare alla compagine di Pirlo, ma attenzione a non sottovalutare chi non si conosce. I portoghesi sono una squadra molto organizzata, con una difesa solida, tra Pepe e Sarr, e un centrocampo colmo di talenti ( su tutti Rodrigo Valente, classe 2001). Davanti l’arrivo di Felipe Anderson , ex Lazio, ha portato più velocità al team di Sergio Conceiçao, ex centrocampista dell’Inter, che si è dimostrato un allenatore che cerca di andare sempre all’attacco senza farsi schiacciare anche da chi ha più qualità. La Juventus, in particolar modo in questa stagione, non riesce sempre ad esprimersi al meglio con chi dovrebbe avere un livello più basso e non deve peccare di poca umiltà. Un turno da passare obbligatoriamente se si vuole essere credibili.

 

Atalanta: Il sogno si avvera.

Qualche anno fa avremmo parlato di sfida impossibile, ma oggi le cose sono diverse. La poesia del calcio ha messo contro la squadra storicamente più forte che ci sia alla realtà incredibile di Gasperini. Atalanta-Real Madrid, cinque anni fa non ci avrebbe creduto nessuno. Oggi invece la Dea è cresciuta e potrebbe addirittura giocarsela. A Madrid non si respira una bella aria, con tensioni e mal di pancia di molti giocatori nei confronti del loro allenatore Zinedine Zidane. Ottavi in classifica e finora poche risorse su cui appoggiarsi. È chiaro che in una doppia sfida la mentalità può fare la differenza, ma non avere il coltello dalla parte del manico potrebbe essere un bene per i bergamaschi, che non hanno nulla da perdere. La difesa debole del Madrid contro l’attacco (seppur calato) devastante dell’Atalanta rischia di tirare fuori più sorprese del previsto. Il punto forte rimane la triade Casemiro-Modric-Kroos, i pupilli del team, che gestiscono ogni manovra. Inglobarli non sarà cosa semplice, ma con Gasperini e compagni non si sa mai cosa aspettarsi.

 

Ecco invece i sorteggi Europa League.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA