EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
La grande fiction

Natale in casa Cupiello 2020: Castellitto su Rai 1 stasera 22 dicembre

“Natale in casa Cupiello”, il film evento Rai Uno con Sergio Castellitto e Marina Confalone, arriva il 22 dicembre, reggerà il confronto con l'originale?

Natale in casa Cupiello 2020: Castellitto su Rai 1 stasera 22 dicembre

Il film evento di Rai 1, “Natale in casa Cupiello”, con Sergio Castellitto e Marina Confalone, arriva stasera 22 dicembre in prima serata, la regia è di Eduardo De Angelis (Mozzarella Stories, Perez, Indivisibili), le musiche di Enzo Avitabile. 

 

Natale in casa Cupiello: la trama del film evento di Rai 1:

Prepariamoci a ridere, ma anche  a commuoverci ancora rivedendo la storia di don Luca Cupiello ambientata nella Napoli degli anni ‘50. Manca poco a Natale, e mentre fuori nevica, Lucariello è a casa, impegnato a realizzare il presepe più bello del quartiere. Un  presepe che non interessa però a nessuno: non al perdigiorno e anche un po’ mariunciello  figlio Tommasino, ragazzo ostinato che alla domanda tormentone del padre: ”Te piace ‘o presepio”? Rsponde: “No. A me ‘o presepio non me piace”. Non interessa al fratello approfittatore Pasquale, e nemmeno alla moglie Concetta, povera donna in pena solo per  l’altra figlia, Ninuccia, che  ha deciso di lasciare il ricco marito Nicolino, per l’uomo che ha sempre amato, Vittorio. E’ la sera della vigilia, Ninuccia ha scritto una lettera al marito dove gli confessa tutto. Concentrato solo sulla riuscita del presepe, che è il suo mondo ideale, dove ogni cosa è al posto giusto, Lucariello non si accorge di nulla, ma sarà proprio lui, per caso, a consegnare la lettera nelle mani del genero. Nicolino scopre così che la moglie lo tradisce. La realtà travolge il mondo perfetto e fantastico di Lucariello. Tutto sembra perduto, ma è proprio il presepe che regala l’ultimo sorriso a don Luca ormai morente.    

 

Natale in casa Cupiello 2020: Castellitto nel cast

Girato a Napoli, in via dei Tribunali, nel cuore della città, Il film evento della rete ammiraglia della Rai è un omaggio a Eduardo, nell’anniversario dei 120 anni della sua nascita. Sergio Castellitto è Luca Cupiello, quel Lucariello che deve scaldare la colla di pesce per fare il presepe, se no che Natale è? “Fare Natale in casa Cupiello oggi credo sia un gesto artistico di grande modernità-ha detto Sergio Castellitto - in un Natale che non dimenticheremo mai più la commedia di Eduardo restituisce a questo evento il suo significato più profondo.  Io non so se saremo più buoni in futuro, anzi, ne dubito, ma credo che la distanza forzata ci farà sentire più vicini”.  

 

Il nuovo film reggerà il confronto con l'originale? Le polemiche:

La scelta di un attore non napoletano per interpretare Luca Cupiello, ha suscitato non poche perplessità e qualche polemica. E De Angelis risponde così su Fb: “Noto che si è sviluppata una discreta polemica, ci si chiede soprattutto se il film sarà all’altezza dell’originale, mi sembra giusto me lo sono chiesto anch’io, ma è una domanda fuorviante . L’opera teatrale di Eduardo messa in scena e interpretata dallo stesso autore è un capolavoro assoluto e intoccabile. Per la forma filmica non esiste un originale a cui fare riferimento, perché un film tratto da Natale in casa Cupiello non era mai stato realizzato. Paragonare una messinscena teatrale ad un film ha poco senso i due linguaggi sono diversi. Ho sempre amato la commedia, e in un anno così doloroso, ho pensato che realizzare un film per la tv di stato potesse rappresentare un gesto di fratellanza. Ho deciso di affidare il ruolo di Luca Cupiello a Sergio Castellitto che considero tra gli attori migliori al mondo. Non è napoletano. Appunto”. 

 

Curiosità

La commedia, ispirata alle vicende vere di una famiglia amica dei De Filippo, andò in scena per la prima volta nel Natale del 1931 al teatro Kursal, diventato poi il cinema Filangieri.  

 

Natale in casa Cupiello cast attori:

Accanto a Sergio Castellitto e Marina Confalone (Concetta), troviamo Adriano Pantaleo, Tony Laudadio, Pina Turco, Alessio Lapice e Antonio Milo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA