Cashback bollette

Cashback bollette luce e gas: come funziona il rimborso 10% a Natale?

Il rimborso del 10% previsto per l'extra cashback di Natale e per il cashback di stato è previsto anche per il pagamento delle bollette: tutti i dettagli

26 dicembre 2020 11:09
Cashback bollette luce e gas: come funziona il rimborso 10% a Natale?

Acquisti presso negozi fisici, bar e ristoranti, ma anche di servizi resi da artigiani o professionisti.  Rifornimenti di carburante e persino il pagamento delle bollette di luce e gas.

 

Aumenta la lista delle operazioni valide per poter accedere al cashback di stato, a patto che vengano utilizzate carte di debito o credito, pagobancomat e app come Satispay, Nexi Pay, Yap o anche Postepay ed Enel X Pay.


Il rimborso è del 10% fino a un massimo di 150 euro: per l’extra cashback di Natale basteranno 10 transazioni, mentre per il programma cashback, chiamato anche "bonus bancomat", in partenza il 1 gennaio 2021, le transazioni dovranno essere 50 distribuite in sei mesi.

 

Cashback sulle bollette di luce e gas: come funziona

Tra le spese ammesse per il programma cashback rientrano quindi anche le bollette di luce e gas.

Per poter ottenere il rimborso è necessario che il pagamento venga effettuato in un punto fisico, con sistemi tracciabili presso l’ufficio postale oppure un altro esercente convenzionato, come Sisal oppure Lottomatica.

 

Non rientrano nel cashback di stato le bollette domiciliate sul conto e sulle carte.

 

Ma c’è anche la possibilità di ottenere il rimborso del 10% senza utilizzare l’app IO e senza la necessità di autenticarsi tramite SPID oppure CIE.

 

Cashback sulle bollette senza app IO e SPID

Come poter accedere al cashback senza passare per l’app IO? Tramite l’app Enel X Pay, che permette di pagare in molti negozi ed è tra i sistemi convenzionati con il cashback.

 

Per ottenere il rimborso del 10% bisogna però recarsi fisicamente presso un Punto Puoi di Enel X.


Per chi invece non ha l’app Enel X Pay, può comunque pagare le bollette senza app IO e SPID con Satispay, Nexi o Hype.

 

Le spese non ammesse per il cashback

Oltre alle bollette domiciliate sul conto corrente o sulle carte e gli acquisti effettuati online, non rientrano tra le spese ammesse al rimborso del 10%:

  • le operazioni effettuate tramite sportello ATM (come le ricariche telefoniche);

  • le operazioni relative a operazioni ricorrenti con addebito sul conto corrente o sulla carta, come gli abbonamenti alla Pay Tv (Netflix, Sky, Amazon Prime) o alle riviste;

  • i pagamenti effettuati per gli acquisti nell’ambito di qualsiasi attività d’impresa, arte o professione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA