EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
I grandi film

The Midnight Sky, il film di George Clooney su Netflix. Cast e trama

The Midnight Sky è il nuovo film diretto e interpretato da George Clooney. L'attore ne ha parlato in collegamento a Che tempo che fa con Fabio Fazio

The Midnight Sky, il film di George Clooney su Netflix. Cast e trama

The Midnight Sky, diretto e interpretato da George Clooney, debutta su Netflix il 23 dicembre.  

 

The Midnight Sky, la trama:

In un mondo post apocalittico (siamo nel 2049) Augustine è uno scienziato solitario nell’Artide che tenta di impedire a un equipaggio di astronauti di rientrare sulla Terra devasta da  una catastrofe globale. Nella solitudine del Polo Nord con l’astronomo c’è Iris (Caoilinn Springall), una strana bambina rimasta nella sua stazione scientifica dopo l’evacuazione.  Augustine, malato terminale, ha scelto di rifugiarsi nell’Artide, rimasta ormai l’unica zona abitabile del pianeta, e di non rintanarsi nei rifugi sotterranei insieme agli altri esseri umani.

 

Dalla sua postazione l’astronomo si mette in contatto con la nave spaziale Aether, condotta dal comandante Gordon (David Oyelowo) insieme alla specialista di missione Sully (Felicity Jones), l’ingegnere Maya  (Tiffany Boone), il pilota Mitchell (Kyle Chandler) e l’esperto di aerodinamica Sanchez (Demián Bichir), che stanno rientrando sulla Terra dopo una missione lunga due anni su un satellite di Giove. Gli astronauti hanno scoperto che il satellite è abitabile, ma non sanno cosa è accaduto sulla Terra. 

 

La perdita del mondo per gli errori degli uomini, la speranza e il riscatto sono i temi di The Midnight Sky , il film che guarda agli Oscar, tratto dal romanzo di  Lily Brooks-Dalton (La distanza tra le stelle),  affronta anche il dramma morale sulla sopravvivenza e sulla nascita (l’attrice  Felicity Jones è realmente incinta durante le riprese).  

 

The Midnight Sky, l'intervista di George Clooney a Che tempo che fa:

George Clooney ha parlato del film da Fazio domenica 20 dicembre 2020, nel corso della trasmissione “Che tempo che fa” su Rai 3 (in collegamento dal regno Unito in lockdown) raccontando che per girare The Midnight Sky ha perso oltre 10 chili (per questo è stato anche ricoverato per una pancreatite). Il film è stato realizzato fra la fine del 2019 e febbraio del 2020, poco prima che scoppiasse la pandemia. Ecco il racconto di George e Clooney: “Quando abbiamo girato il film la pandemia non c’era ancora. Abbiamo girato in Islanda a meno 30 gradi. Ci siamo dovuti legare con delle corde per non essere spazzati via. Poi l’ho montato a casa mia con i miei figli durante il lockdown. Il film è molto attuale e fa riflettere sui problemi del clima. Non abbiamo neanche esasperato tanto le condizioni sul clima. Basta guardarsi in giro, vedere la direzione presa da qualche paese, come il mio, che ha deciso di ignorare la scienza, la pandemia, il riscaldamento globale. Il risultato è che ci auto-danneggiamo. Sta arrivando il vaccino e non vedo l’ora che si possa ovviare ad alcuni errori che abbiamo fatto”.

 

Clooney ha terminato l’intervista lanciando un appello al nostro Paese, che ama molto: “E’ il primo anno che non sono riuscito a venire in Italia, mi mancano moltissimo gli italiani. C’è una luce alla fine di questa galleria, mettetevi la mascherina”. E non ha risparmiato frecciatine a Trump definendolo: “Un tipaccio che cercava ragazze per divertirsi, pare che non se ne voglia andare. Ma ci sono buone notizie, è la presidenza a guidare e non il contrario. Ora c’è un nuovo capitolo da scrivere”. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA