Tempo di bilanci

Mondo, i 15 fatti più importanti del 2020: dal voto Usa agli attentati

Dal duello Trump-Biden, agli attacchi in Francia, passando per il movimento BlackLivesMatters, gli incendi in Australia e l’avvelenamento di Navalny

31 dicembre 2020 11:53
Mondo, i 15 fatti più importanti del 2020: dal voto Usa agli attentati

Se l’epidemia Covid-19 inizia in Cina per poi estendersi a tutto il mondo e diventare pandemia, il 2020 sarà ricordato anche per una serie di eventi drammatici, come i devastanti incendi estivi in Australia e in California, o per i nuovi attentati terroristici in Francia, avvenuti poco dopo l’avvio del processo per la strage a Charlie Hebdo del 2015.

 

L’America, invece, nell’anno delle presidenziali che vedono la sconfitta di Donald Trump e l’elezione di Joe Biden, è sconvolta dalle tensioni razziali dopo l’uccisione di George Floyd e l’affermarsi del movimento #BlackLivesMatter. La Russia, intanto, deve fare i conti con le accuse al Cremlino per l’avvelenamento dell’oppositore di Vladimir Putin, Alksej Navalny, mentre in Corea del Nord è giallo sulle condizioni di salute del leader Kim Jong-un. In Europa, invece, tiene banco la Brexit

 

Ecco i fatti più importanti dal mondo nel 2020.

 

1° I fatti del 2020: L’Australia nella morsa delle fiamme

L’anno si apre con le immagini dei devastanti incendi che in Australia, dove è estate, bruciano almeno 85mila km quadrati di foreste e circa 10mila km quadrati di altre aree. Iniziati fin dai mesi precedenti, subirono un’impennata proprio a gennaio. Le attenzioni dell’opinione pubblica mondiale vennero poi distolte dall’emergenza ambientale per concentrarsi su quella sanitaria per la pandemia, ma il WWF calcola siamo morti 143 milioni di mammiferi, 180 milioni di uccelli e oltre 2 miliardi di rettili.  

 

2° I fatti del 2020: la guerra in Libia e i tentativi di pace

Il 20 gennaio la conferenza di Berlino tenta di trovare una soluzione al conflitto in atto da tempo tra il generale ribelle Haftar e il primo ministro del Governo riconosciuto al-Serraj. La tregua si dimostrerà fragile, ma il vertice servirà anche da dare il via all’Operazione europea IRINI, che sostituirà Sophia, con lo scopo principale di far rispettare l’embargo di armi dirette e provenienti dalla Libia, anche tramite il controllo dei mercantili in transito nel Mediterraneo. Il comando è affidato all’Ammiraglio italiano Fabio Agostini.

 

3° I fatti più importanti del 2020: niente impeachment per Trump

Il presidente americano viene assolto dall’impeachment sollevato nei suoi confronti il 24 novembre 2019 dalla presidente della Camera, Nancy Pelosi. Il Senato, dove il processo inizia il 16 gennaio 2020, assolve il tycoon il 5 febbraio dall’accusa di abuso di potere. Il caso era nato in seguito a presunte pressioni esercitate da Trump e altri funzionari del Governo su alcuni leader stranieri, in particolare ucraini, per danneggiare il suo allora avversario nella corsa alla Casa Bianca, Joe Biden.

 

4° I fatti dal mondo: l’OMS dichiara la pandemia

E’ marzo quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara la pandemia da Covid-19, causata dal virus Sars-Cov2, con il capo dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, che dichiara: “Siamo profondamente preoccupati sia dai livelli allarmanti di diffusione e gravità, sia dai livelli allarmanti di inazione” con riferimento alle iniziative prese dai singoli Stati.

 

5° I fatti più importanti 2020: è giallo sulla sorte di Kim Jong-un

Il leader nordcoreano non compare in pubblico dal 12 aprile e verso fine mese inizia a circolare la voce che possa persino essere morto di Covid. Solo ad agosto Kim Jong-un torna in pubblico e nello stesso mese delega parte dei poteri alla sorella Kim Yo Jong.

 

6° Le notizie dal mondo 2020: l'uccisione di George Floyd e proteste razziste

La morte del giovane afroamericano George Floyd a giugno a Minneapolis scatena manifestazioni anti-razziste in tutti gli Usa. Le proteste anche fuori dalla Casa Bianca costringono a far scattare il piano di sicurezza per il presidente Trump, costretto a rifugiarsi nel bunker antiterrorismo.

 

7° I fatti del 2020: il disastro ambientale alle Mauritius

Il 25 luglio la petroliera giapponese Wakashio si incaglia nei pressi della barriera corallina e il 6 agosto dallo scafo danneggiato fuoriescono 3.800 tonnellate di petrolio. Si tenta di circoscrivere la macchia nera, ma il disastro ambientale è ormai fatto. 

 

8° I fatti del 2020 nel mondo: la terribile esplosione a Beirut, in Libano

E’ il 4 agosto quando nella capitale libanese risuona un terrificante boato, che si scoprirà essere stato causato dall’esplosione di 2.750 tonnellate di nitrato d’ammonio, depositate nel porto dal 2014 in seguito a un sequestro. Sono circa 200 le vittime, oltre 7.000 i feriti e 300mila le persone rimaste senza casa. Viene dichiarato lo stato di emergenza. Diversi Paesi, tra i quali l’Italia, inviano soccorsi. 

 

9° Le notizie del 2020 dal mondo: l'avvelenamento di Navalny, l’oppositore di Putin

L’attivista politico, blogger e oppositore del presidente russo Putin Navalny viene avvelenato con una sostanza che poi si scoprirà essere il Novichok, potente agente nervino già utilizzato per avvelenare l’ex spia russa Sergej Skripal, nel 2018 a Salisburgo (UK). Finito in coma, viene trasferito a Berlino, dove viene curato e si riprende. Il Cremlino nega ogni responsabilità. 

 

10° I fatti del 2020: la “rivoluzione delle ciabatte” in Bielorussia

Scoppia il 9 agosto, in seguito alla rielezione (per la sesta volta) del presidente uscente, Aleksandr Lukasenko, in carica dal 1994. Le opposizioni parlano di brogli e organizzano proteste, in seguito alle quali il leader annuncia le proprie dimissioni il 27 novembre 2020.

 

11° I fatti del 2020: fuga ed esilio di re Juan Carlos di Spagna

Sempre in agosto il reale, che aveva già abdicato in favore del figlio Felipe, fugge in esilio volontario negli Emirati Arabi, travolto da un nuovo scandalo. Questa volta è indagato per presunta evasione fiscale sia in patria che in Svizzera. 

Secondo quanto riferito dal figlio, Juan Carlos in una lettera motiva il gesto “di fronte alla ripercussione pubblica che alcuni eventi passati nella mia vita privata stanno generando”. 

 

12° Le notizie più importanti dal mondo: la guerra per il Nagorno Karabakh

A fine settembre la regione contesta tra Armenia (che la controlla) e Azerbaijian (dove si trova) Nagorno Karabakh è nuovamente teatro di scontri armati dopo quelli degli anni ’90. La guerra si risolve solo a novembre inoltrato, grazie a un accordo mediato da Russia e Turchia. L’Armenia cede molti territori allo Stato confinante e Mosca invia nella regione diversi militari in funzione di peacekeepers. 

 

13° I fatti del 2020: le presidenziali Usa: Trump contro Biden

Il voto negli Stati Uniti non è mai stato più contestato come quest’anno, preceduto anche dal Covid di cui si ammala il presidente uscente, Donald Trump, pur guarendo in appena 4 giorni.

Proprio il tycoon contesta l’esito delle consultazioni e non ammette la vittoria del presidente eletto Joe Biden.

 

14° I fatti del 2020: il mondo piange Diego Armando Maradona

Se la scomparsa del Pibe de Oro è particolarmente sentita in Argentina, suo paese d’origine, e in Italia a Napoli dove aveva giocato negli anni del grande successo. La notizia della morte di Diego Armando Maradona a 60 anni fa il giro del mondo in pochi minuti. 

 

15° Le notizie dal mondo 2020: Elon Musk lancia la sua Space X sulla ISS

Il 14 novembre avviene il primo lancio operativo della navetta Crew Dragon, costruita per la Nasa da Space X, l’azienda creata dal fondatore di Tesla. Partita dalla base di Cape Canaveral, in Florida, porta 4 astronauti sulla Stazione spaziale internazionale. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA