Assegno universale per figli

Assegno unico 2021: ISEE e figli a carico, a chi spetta, importo

Bonus famiglia in Manovra 2021: stanziati 3 miliardi di euro per l'assegno unico per i figli a carico, importo da 200-250 euro con quota variabile ISEE

31 dicembre 2020 08:18
Assegno unico 2021: ISEE e figli a carico, a chi spetta, importo

La legge di Bilancio 2021 sta per essere approvata in via definitiva dal Parlamento: dopo aver ottenuto la fiducia alla Camera prima di Natale il provvedimento passato ora al Senato con l'ok definitivo.

 

La Manovra finanziaria 2021, da circa 40 miliardi di euro, contiene importanti misure economiche per l’anno a venire, con 7 miliardi solo per il pacchetto lavoro che tra le tante cose comprende: la proroga della cassa integrazione Covid per ulteriori 12 settimane; il blocco dei licenziamenti fino al 31 marzo 2021, sgravi triennali per le assunzioni di giovani e donne; la cassa integrazione per gli autonomi.

 

Nella legge di Bilancio ci sono poi nuovi bonus 2021 ma anche misure fiscali rivoluzionarie, dalla Lotteria degli scontrini all’assegno unico. Vediamo insieme in cosa consiste l’assegno universale per i figli a carico, per il quale sono stati stanziati 3 miliardi di euro aggiuntivi, ma anche tutti gli altri bonus e incentivi per le famiglie con figli contenuti in Manovra.

 

Manovra 2021: assegno unico familiare in vigore dal 1° luglio 2021

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha in mente una vera e propria Riforma del Fisco che mira alla semplificazione ma anche al taglio delle tasse sul ceto medio e a cambiamenti importanti per le partite Iva.

 

Si tratta di una riforma complessa che per essere attuata richiede anni. Il primo assaggio arriva con la legge di Bilancio 2021, che introduce il cashback o bonus bancomat, la Lotteria degli scontrini e l’assegno universale per i figli a carico.

 

L’assegno unico, nuova forma di sostegno universale per le famiglie con figli fino al 21esimo anno di età, arriverà solo a partire dal 1° luglio 2021, con l’intento di semplificare e accorpare tutti quei bonus attualmente esistenti per la genitorialità senza portare a nessuna penalizzazione economica per le famiglie. A tal proposito verrà prevista una clausola di salvaguardia a integrazione dell’importo dell’assegno, diretta ad assicurare che lo stesso non risulti inferiore rispetto a quanto nel complesso il nucleo familiare percepiva in precedenza con i vari bonus.

Con questa misura, che andrà a sostituire sostegni come le detrazioni per figli a carico e gli assegni al nucleo familiare, si gettano le basi del Family Act tanto voluto dalla ministra per le Politiche per la Famiglia, Elena Bonetti.

 

Legge di Bilancio 2021: 3 miliardi per assegno universale per figli a carico. Tutti i bonus famiglia

In arrivo nuovi fondi per le famiglie italiane con la manovra finanziaria 2021, con uno stanziamento per l’assegno universale pari a 3 miliardi di euro per il 2021 e 5 miliardi di euro per il 2022 che si andranno ad aggiungere alla dote ottenuta dal riordino degli attuali aiuti per la famiglia. A regime l’assegno unico costerà 6 miliardi di euro.

 

La vera novità è che l’assegno unico verrà assegnato anche ai lavoratori autonomi e agli incapienti mentre prima alcuni aiuti erano riservati solo ai lavoratori dipendenti.

 

Oltre all’assegno unico nel 2021 la Manovra 2021 prevede ancora il bonus nascita a partire dal settimo mese di gravidanza e il bonus asilo nido, entrambe solo fino all’introduzione dell’assegno unico, quindi fino al 30 giugno 2021.

 

Rifinanziato anche il bonus bebè per tutto il 2021 (cumulabile con l’assegno universale), grazie ai 340 milioni di euro stanziati per il 2021 (400 milioni per il 2022).

 

Esteso da 7 a 10 giorni il congedo di paternità obbligatorio, come richiesto dall’Europa.

 

Stanziati 50 milioni di euro per un Fondo riservato alle aziende che favoriscono il rientro al lavoro delle neomamme.

 

Per favorire l’imprenditorialità femminile, invece, arrivano 500 euro al mese per le mamme single con figli disabili.

 

Fino all’introduzione dell’assegno universale resta la detrazione per i figli disabili, fino a 1.350 euro per ogni figlio e fino a 1.550 euro per ogni figlio in presenza di più figli.

 

Assegno unico 2021 importo da 200-250 euro in base a ISEE e numero figli a carico

A quanto ammonterà l’assegno universale 2021? A partire dal settimo mese di gravidanza e fino al 21esimo anno di età ogni famiglia italiana riceverà un assegno mensile per ogni figlio a carico, composto da una quota fissa e una quota variabile che varierà in funzione del coefficiente ISEE, dal numero di figli a carico e dalla loro età.

 

Si va dai 200-250 euro mensili a figlio, con la quota variabile che arriva praticamente ad azzerarsi attorno ai 50-60 mila euro di ISEE. Prevista una maggiorazione del 20% per i figli successivi al secondo mentre per i figli disabili la maggiorazione va dal 30% al 50% e sarà estesa per tutto l’arco della loro vita, senza limiti d’età.

 

L’assegno unico non concorrerà alla formazione del reddito imponibile e potrà essere cumulato con il Reddito di cittadinanza.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA