Esodati della Fornero

Nona salvaguardia 2021: esodati Legge di Bilancio 2021 pensioni novità

Nona salvaguardia esodati 2021 novità in Legge di Bilancio 2021 pensioni. Per 2400 esodati via libera alla domanda pensione Inps entro il 2 marzo 2021

1 gennaio 2021 11:17
Nona salvaguardia 2021: esodati Legge di Bilancio 2021 pensioni novità

Legge di Bilancio 2021 novità pensioni, c'è la nona salvaguardia esodati. Il testo della nuova Manovra 2021 è stato appena approvato dal Parlamento con il voto di fiducia al Senato ed il testo è in Gazzetta Ufficiale, l'entrata in vigore del provvedimento dal 1° gennaio 2021.

 

Tra le tante misure, crediti d'imposta, bonus e microbonus c'è anche la norma sugli esodati, in tutto saranno 2.400 le persone che finalmente potranno andare in pensione con le regole vigenti al 31 dicembre 2011, ovvero prima dell'entrata in vigore della riforma Fornero.

 

Vediamo quindi chi sono gli esodati, come funziona la nuova salvaguardia 2021 nella Legge di Bilancio 2021 e quando presentare la domanda Inps e la scadenza da rispettare.

 

Legge di Bilancio 2021, pensioni: nona salvaguardia esodati

In base a quanto previsto dai 346 a 348 della Legge di Bilancio 2021, il cui testo è stato appena approvato dal Parlamento con il voto di fiducia al Senato, c'è la nona salvaguardia per gli esodati della legge Fornero. Grazie a questa misure 2.400 disoccupati al 2011 o che avevano siglato accordi per l’uscita dal mondo del lavoro, potranno dunque andare in pensione nel 2021 con le regole in vigore fino al 31 dicembre 2011.

 

Gli ammessi alla nona salvaguardia prevista dalla Manovra 2021 secondo i dati Inps sono 2400, di cui:

  • 1.050 sono i soggetti volontari con versamento accreditato;

  • 350 soggetti che hanno proseguito con i versamenti volontari senza versamento accreditato;

  • 830 soggetti sono ii lavoratori cessati per accordi o risoluzione unilaterale;

  • 20 soggetti in congedo figli disabili gravi;

  • 150 soggetti cessati da contratti a tempo determinato.

 

Chi sono gli esodati?

Chi sono gli esodati? Gli esodati sono tutti quei lavoratori che hanno deciso di lasciare in anticipo il lavoro, perché incentivati a firmare il licenziamento volontario, in quanto erano sicuri di ottenere una indennità di mobilità fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione.

 

Con l’entrata in vigore della famosa Legge Fornero durante il governo Monti, tali "esodati" si sono ritrovati però senza pensione, senza lavoro ed ammortizzatori sociali, perché nel frattempo la riforma delle pensione della Fornero, ne aveva aumentato l'età pensionabile.

 

Dal 2012 ad oggi ci sono state 8 salvaguardie, ossia 8 interventi per permettere a questi lavoratori (circa 350mila) di andare in pensione anticipata con i vecchi requisiti, nonostante la Fornero.

Ora la nuova legge di Bilancio 2021 ha provveduto a prorogare per i lavoratori Esodati rimasti esclusi dai precedenti interventi, la nona salvaguardia 2021.

 

Nona salvaguardia 2021 domanda pensione Inps e scadenza 2 marzo:

I 2400 esodati ammessi alla nona salvaguardia 2021 dovranno presentare l'apposita domanda di pensionamento all'Inps. La richiesta di accesso dovrà pervenire entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio, e dunque entro il 2 marzo 2021. La procedura sarà differenziata per ciascuna categoria.

 

 

Scadenza domanda pensione esodati nona salvaguardia 2021: gli esodati della nona salvaguardia in possesso dei requisiti, in base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021, devono presentare la domanda di pensione anticipata Inps a partire dal 1° gennaio fino al 2 marzo 2021

 

 

Come si presenta la domanda di pensione Esodati 2021? L'esodato, per presentare la domanda di pensione per via telematica deve essere in possesso dello SPID Inps, oppure, rivolgersi gratuitamente a Caf, commercialisti o intermediari autorizzati, i quali provvederanno ad assumere su di loro l'incarico di inviare la domanda.

 

Gestione domande e monitaraggio INPS: l'Istituto ha il compito di accogliere le domande e monitorare le richieste in base ai fondi stanziati dalla Legge di Bilancio 2021 che ammontano a:

  • 34,9 milioni di euro per il 2021,

  • 33,5 milioni di euro per l’anno 2022,

  • 26,8 milioni di euro per l’anno 2023,

  • 16,1 milioni di euro per l’anno 2024,

  • 3,2 milioni di euro per l’anno 2025

  • e 0,6 milioni di euro per l’anno 2026.

Al raggiungimento dei limiti di numero o fondi, l’INPS bloccherà le domande di accesso alla nona salvaguardia per gli esodati.

 

 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA