Come sarà lo sport nel 2021: a casa, all’aperto o con le app

Lo sport nel 2021 sarà “ibrido”, con nuovi orari, ci terremo in forma a casa con il Combat fitness, Kravit, Strikeboxe ma anche all'aperto e tramite app

3 gennaio 2021 16:10
Come sarà lo sport nel 2021: a casa, all’aperto o con le app

Dimentichiamoci le sessioni affollate in palestra, gomito a gomito con i vicini di fitness, sudati e col fiatone. Coronavirus e Covid hanno rivoluzionato abitudini e comportamenti quotidiani, compreso il modo di fare sport. Ma come sarà quello del 2021? Dovremo continuare a praticarlo nel salotto di casa o in solitaria in un parco, in orari stabiliti? E quali saranno le discipline più seguite e adatte nell’anno post pandemia? 

 

Lo sport nel 2021 sarà “ibrido”

La parola d’ordine del 2021 sembra essere proprio “ibrido”, come lo sport che andremo a fare dopo mesi di restrizioni che hanno modificato anche il modo di tenersi in forma e in salute. Dopo il primo lockdown della scorsa primavera, quando in molti hanno preso qualche chilo di troppo, si è passati alle contromisure, cambiando radicalmente l’idea di sport: niente più attività di gruppo in presenza, ma in solitaria, anche dal proprio salotto, magari in collegamento con gli amici tramite i social, per sentirsi meno isolati. Ma dovremo continuare così? In realtà, secondo le previsioni ben il 70% degli italiani tornerà ad allenarsi in presenza. Non appena possibile, dunque, si riapriranno le porte di palestre e centri sportivi, anche se App e sport in streaming non scompariranno. Secondo un’indagine condotta da Sportclubby, principale piattaforma italiana per prenotare corsi online o in palestra, il 16% unirà alle lezioni di gruppo anche attività online e/o outdoor, mentre il 3% non rinuncerà alla modalità livestreaming sperimentata con la prima ondata pandemica. Non mancherà neppure chi seguirà lezioni registrate on demand (1%).

 

Covid, 7 italiani su 10 hanno cambiato anche gli orari

Se prima dell’arrivo del coronavirus ben 7 italiani su 10 si allenavano regolarmente nel proprio centro fitness di riferimento, 3 o più volte alla settimana e spesso dopo il lavoro d’ufficio, lo smart working ha portato una mini-rivoluzione anche nella gestione del proprio tempo libero: niente più assembramenti nelle palestre negli orari serali (o in pausa pranzo) bensì sport praticato in “tempi fluidi”. Il vantaggio di non dover raggiungere una palestra per molti significa e significherà ancor di più nel 2021 la possibilità di allenarsi lontano dagli orari di punta. 

 

Sport più “tecnologico” nel 2021, grazie alle app

Se cambiano i tempi, anche le modalità con le quali si praticherà attività sportiva non saranno più le stesse. Se oltre la metà (52%) degli sportivi ha fatto sport online durante i lockdown, la tendenza sarà un’affermazione sempre maggiore nel ricorso alla tecnologia. App e attività personalizzate sono le principali richieste degli sportivi del 2021, che nel 62% si aspettano che il proprio centro fitness fornisca servizi su misura, sia con corsi a orari consoni alle proprie esigenze lavorative, sia con modalità che vadano incontro ai gusti personali. Secondo il sondaggio Sportclubby, il 44% sceglierà palestre che offrano anche visite mediche, consulenze e supporto di esperti come nutrizionisti, fisioterapisti e allenatori ai quali chiedere consigli preziosi, perché nonostante le restrizioni o le chiusure “fisiche” non ci si senta abbandonati. Ma quali sono le attività più gettonate nel 2021? 

 

Sport 2021: a casa, in palestra o outdoor?

Se lo sport in casa, trasformata in palestra, ha indubbi vantaggi nel risparmio di tempo (ma per molti anche in denaro), non mancano i limiti. Ad esempio, l’assenza di spazi sufficienti ha pesato nel 36% dei casi, così come il fatto di non poter praticare il proprio sport preferito (32%), come nel caso della corsa, specie per chi non può permettersi un costoso tapis roulant. Ecco perché, non appena terminato il lockdown, chi ha potuto è tornato ad allenarsi all’aria aperta e anche nel 2021 non intende rinunciarci. 

Tra chi non dovesse appoggiarsi a una palestra sul territorio, però, non mancherà chi non farà a meno di un piano di allenamento fornito dagli esperti (7%), grazie all’interazione con il proprio istruttore di fiducia o centro sportivo di riferimento pre-pandemia. Insomma, il Covid non ha lasciato il campo totalmente libero all’improvvisazione. Non a caso il 18% si aspetta comunque che il rapporto nato con la community di sportivi sui social e grazie alle App non venga meno neppure nel 2021. 

Ma quali sono le attività che andranno di più nel 2021?

 

Quali sport e attività per il proprio benessere

Esclusi il nuoto, limitato dalla possibilità di tornare in piscina, e gli sport invernali (come lo sci) soggetti a restrizioni, la gamma delle possibili attività è ampia. Secondo lo studio Fitness in times of Corona, presentato dalla German Industry Association for Fitness and Health (DIFG) c’è da aspettarsi un’ulteriore crescita di camminate, corse e allenamenti all’aperto in spazi outdoor, magari in piccoli gruppi organizzati, già nate con la fine dei lockdown totali.  

 

Per chi opta, invece, per le attività indoor, ci si aspetta un ulteriore balzo in avanti di discipline come il Combat fitness e in particolare il Kravit, che unisce tecniche di difesa, fitness e musica. L’obiettivo è il potenziamento di resistenza, forza e coordinazione. Lo Strikeboxe, invece, è particolarmente trendy tra le donne, perché ad alto consumo energetico e in grado di combinare esercizi dinamici e di forza presi dal pugilato a movimenti e tecniche più tipici dello Yoga. C’è poi anche il GroupBoxing, che dal pugilato prende i colpi ai sacchi (con pugni, calci, ginocchiate e gomitate), ma unisce anche musica e coreografie. 

Per chi preferisce sport più “dolci”, ecco poi il Body Butterfly, che strizza l’occhio al mondo femminile, grazie ad esercizi di tonificazione, coordinazione e per migliorare la postura, utilizzando attrezzi come trampolini elastici e flexi-bar. 

 

Se l’HILIT (High Intensity Low Impact Training) punta a massimizzare il consumo calorico in appena 30 minuti di esercizi, con una fase di riscaldamento seguita da serie di esercizi cardio e un defaticamento finale, lo Yoga rimane una delle tendenze che si è maggiormente affermato nel 2020 e che crescerà ulteriormente nel 2021. Ne esistono alcune varianti che sono particolarmente di tendenza, come l’Aereal Yoga e l’Hot Yoga, tutti ideali per chi punta anche all’equilibrio psico-fisico, oltre che all’esercizio muscolare in sé. Anche in questo caso non mancano esempi di adattamento alle nuove condizioni. Per esempio, si sono moltiplicati i corsi e le videolezioni a distanza, da seguire tramite piattaforme online: alcune, come quelle dello Yoga ormonale di Carla Nataloni, che spopola tra le donne e cresce anche tra gli uomini, sono da location di ispirazione come i trulli della Puglia e si possono seguire anche in “gruppi a distanza”. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA