Il turismo nel 2021

Viaggi 2021: regole e mete più gettonate per le prossime vacanze

Riprendono le prenotazioni verso località non troppo lontane: tra vaccino e norme di sicurezza, ecco dove sarà il turismo nel 2021 (anche all’estero)

3 gennaio 2021 16:14
Viaggi 2021: regole e mete più gettonate per le prossime vacanze

Complici le restrizioni, la voglia di viaggiare è aumentata e, proprio in concomitanza con l’arrivo delle prime dosi di vaccino nel Vax Day, sono riprese le prenotazioni per voli, hotel e mete da raggiungere nel 2021. In Italia, poi, il desiderio di fare le valigie per concedersi un po’ di evasione sembra maggiore rispetto al resto d’Europa: stando al report A Year in travel by eDreams ODIGEO -2020, che ha analizzato le prenotazioni negli ultimi giorni dell’anno di pandemia. Nel nostro paese le ricerche di voli sono aumentate del 19%, quasi il doppio rispetto alla media europea ferma al 10%. Ma dove sognano di andare gli italiani?

 

Le mete più sognate all’estero per i viaggi 2021

Se si prendono in considerazione i paesi all’estero, la maggior parte delle ricerche di voli riguarda le capitali europee, come Londra (dispetto della Brexit e con le nuove norme per viaggiare nel Regno Unito), seguita da Milano e Parigi. Uscendo dai confini europei, però, al primo posto si trova Dubai, negli Emirati Arabi, dove nel 2020 si sarebbe dovuta tenere l’Expo, rinviata ad ottobre 2021 (e fino a marzo 2022). Complice la voglia di caldo, specie dopo le nevicate a cavallo tra Natale e Capodanno, le Maldive si trova ai primi posti tra le mete più sognate all’estero, mentre una novità è rappresentata da Tokyo, anche se al momento il Giappone ha chiuso le frontiere ai turisti stranieri, causa Covid.

 

Dove si prenota per viaggiare nel 2021

Lisbona, in Portogallo, occupa la prima posizione tra le località più prenotate sulla piattaforma eDreams, dopo essere stata protagonista anche dei World Travel Awards. Sul secondo gradino del podio si trova invece Istanbul, in Turchia, seguita da Fort de France, in Martinica, e poi Palma de Maiorca e Tenerife a chiudere la Top 5. Mete ideali per una vacanza medio lunga, da 7 a 13 giorni. Ma prenotazioni di questo genere devono tenere conto anche con un’altra tendenza: quella a pensare a viaggi last minute e soprattutto nel week end, in modo da contenere le spese e i rischi di eventuali annullamenti a causa della pandemia.


Non per niente il rapporto ODIGEO mostra come la maggior parte degli italiani abbia puntato a soggiorni corti, in media di 3 o 4 giorni scelti dal 41% degli intervistati, o addirittura solo 2 giorni (27%), con un budget medio di 189 euro a persona per il volo).

 

Vacanze 2021 a corto raggio e all’insegna di benessere e arte

Se nell’estate del 2020 la parola d’ordine è stata “prossimità”, con il 55% degli italiani che ha scelto mete nostrane, nel 2021 il Belpaese continuerà ad attrarre la maggior parte dei vacanzieri. Secondo il report, il 42% degli italiani punterà a località di mare, seguite da tutti quei posti per permettono anche di godere dell’aria aperta, dunque lontane da assembramenti. Le città continuano a nei sogni del 17% dei connazionali, seguite da mini-vacanze all’insegna del benessere (9%).

 

Un occhio al portafoglio per i viaggi nel 2021

Un altro must delle prenotazioni per il 2021 è “risparmio”: la crisi economica ha già fatto sentire i suoi effetti e secondo le previsioni peserà sulle scelte anche in tema di vacanze. Per questo nella scelta di week end last minute, break di pochi giorni o – per i più fortunati – periodi più lunghi di vacanze, un’attenzione particolare sarà riservata al costo e in particolare alle offerte e sconti speciali, messi a disposizione per ridare slancio al settore turistico. Che dire poi della sicurezza?

 

Attenzione alla sicurezza per viaggiare nel 2021

Secondo il sondaggio eDreams le garanzie di sicurezza in caso di cancellazione, il rispetto delle norme anti-Covid e una maggiore attenzione all’igiene sono tra le preoccupazioni di chi si prepara a prenotare un viaggio. I primi voli Covid-free sono senz’altro graditi, perché presuppongono standard elevati, anche se richiedono un sovrapprezzo e maggiori tempi di attesa in aeroporto, per poter effettuare i tamponi rapidi. Ciononostante, il 47% degli italiani si dice pronto a partire anche con mascherina e gel igienizzanti a portata di mano e il 17% dichiara di non essere preoccupato, purché siano rispettate le norme di sicurezza. L’aereo è comunque considerato un posto sicuro dal 23% degli intervistati, l’aeroporto dal 18%. 
Tra le condizioni per staccare un biglietto, però, viene considerata importante dal 69% la possibilità di un rimborso in caso di cancellazione per Covid o imprevisti.

 

L’identikit del viaggiatore 2021

Ad essere più spaventati sembrano essere gli uomini (40%), che preferirebbero riprendere a viaggiare dopo aver ricevuto il vaccino, rispetto al 36% delle donne. Le donne, dunque, sembrano essere più “pronte” a fare le valigie, specie a fronte della garanzia di rimborso dei biglietti (71% contro il 67% degli uomini). Quanto all’età, non sembrano esserci particolari freni a viaggiare neppure tra gli over 55, anche se il report evidenzia come i 20enni sarebbero meno disposti ad andare all’estero: 2% contro l’8% degli ultracinquantacinquenni). Tra questo ultimi 1 su 5 (21%) non sarebbe disposto a cambiare programma di viaggio, neppure di fronte al rischio che si prolunghi la pandemia. Una volta che l’emergenza sanitaria sarà finita, poi, gli intervistati nella fascia d’età tra i 45 e i 55 anni c’è anche chi dice di non voler più dare eccessiva importanza all’igiene e alle altre norme sanitarie (8%).

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA