Calciomercato invernale

Calciomercato 2021, il punto sulle big: Milan, Inter, Juve, Napoli

In un mercato più complesso del solito a causa di questo periodo Covid le big si fanno avanti, cercando di adattarsi ai nuovi stratagemmi per acquistare.

5 gennaio 2021 20:05
Calciomercato 2021, il punto sulle big: Milan, Inter, Juve, Napoli

Nel mercato che solitamente aiuta chi si deve salvare o chi non sta riuscendo a far fungere le progettazioni estive, spuntano le big, che in un campionato così complesso non vogliono perdere la corsa verso la testa della classifica.

Tutte molto attive, alcune pronte a rinforzarsi adesso, altre puntano di più su investimenti futuri, dati anche per la situazione economica complessa che stanno affrontando tutti.

 

Calciomercato 2021 Milan, servono pezzi per la corsa al titolo

I rossoneri in questa stagione non si sono mai fermati, portando a casa 14 risultati utili consecutivi. Una rosa indubbiamente dal potenziale importante, ma la coperta non è così lunga e prima o poi si inizierà a tirare un pò il fiato. Inevitabilmente. Tanti, forse troppi, sono stati gli infortuni per Pioli, che ha perso tre quarti di difesa e elementi offensivi non indifferenti (Ibrahimovic su tutti). Dietro probabilmente arriverà un centrale, con Mohamed Simakan che è l’indiziato numero uno. Classe 2000 del Salisburgo su cui verrà fatto un vero e proprio investimento (quasi 17 milioni di euro bonus inclusi). Rakik rimane l’alternativa in caso sfumasse, anche se ad oggi le parti sono molto vicine. Gli altri due tasselli invece sarebbero il vice Hernandez e una punta di riserva: nel primo caso i nomi sono ancora pochi, solo Nuno Mendes è stato visionato, ma con il cartellino che è ancora troppo caro (clausola da 45 milioni). La punta invece arriverebbe per dare fiato ai titolari, in vista di un acquisto importante davanti a giugno per il futuro. I nomi attualmente sono quelli di Diego Costa o Caicedo. Si cerca esperienza e concretezza.

 

Calciomercato Inter, prima le cessioni poi gli arrivi

I nerazzurri hanno meno necessità dei cugini nel fare investimenti viste le grosse spese estive fatte e gli esuberi da cedere. In primis bisogna lasciare andare Eriksen per poter racimolare (tra lui e Nainggolan) una bella cifra da riutilizzare sul mercato.

Le due priorità sarebbero portate su una seconda punta ed un attaccante di riserva, visto che Pinamonti non si è dimostrato all’altezza e potrebbe essere ceduto al Parma per farsi ancora le ossa. Al suo posto potrebbe sbarcare una punta esperta, che può accettare la panchina dando però certezze quando è chiamato in causa. I due nomi più in loop sono quelli di Llorente, in uscita dal Napoli, grande pupillo di Conte dai tempi Juventini e Giroud, da anni tra gli obiettivi di Ausilio che però non è mai riuscito a farlo sbarcare a Milano. Un acquisto low cost che darebbe più soluzioni al mister. Il discorso della seconda punta è più uno sfizio: si cerca il colpaccio dal mercato. Il nome in voga è ovviamente quello del Papu Gomez, che seppur come ruolo l’Inter è già coperta con Sanchez e Lautaro, potrebbe collocarsi dietro le punte, alzando ancora di più il livello offensivo del team.

 

Calciomercato 2021 Juventus e Napoli: le scommesse del futuro

Due squadre che non hanno intenzione di fare follie in questo mercato, anche a causa del periodo delicato in cui ci troviamo. Gli esuberi sono tanti, ma bisogna cercare di dare fiducia agli investimenti fatti, se si vuole sperare in una rinascita di alcune scommesse che sino ad ora, non hanno ancora risposto presente. Il futuro però, è quello che lega i due club, che sfruttano più di tutti questa sessione per rinforzare il club in prospettiva, con giovani promesse pronte a sbocciare, magari già tra sei mesi. I bianconeri hanno chiuso per Reynolds e Rovella, classe 01’ e 02’, ma dal potenziale infinto e con una discreta continuità già tra i professionisti. Probabilmente rimarranno a farsi le ossa per un pò, il salto Juve è ancora grande, però indubbiamente rientrano tra le scommesse considerate “importanti” per la società. Il Napoli invece vuole usare lo stesso stratagemma, ossia acquistare lasciando il giocatore in prestito per qualche mese, ma con elementi già più affermati. Zaccagni, il giocatore più discusso del momento è in cima alla lista dei desideri, con i partenopei che hanno già offerto una cifra alta (8 milioni più 5/6 di bonus), ma che dovranno lottare con l’enorme concorrenza.

 

Mercato capitale: pochi movimenti, obiettivi diversi

Da una parte l’esperienza di Tare che vorrebbe provare a mettere una pezza dopo un mercato estivo alquanto insufficiente, dall’altra parte una new in entry a Trigoria, Pinto, pronto a fare meglio dei ultimi D.S, che hanno portato diversi problemi al team. 

In casa Lazio sono stati fatti degli investimenti (Muriqi e Fares su tutti) che non hanno assolutamente portato le risposte sperate dalla società, obbligando a rimettere in discussione dei punti fermi del team per poter essere ancor più valorizzati. Caicedo potrebbe andare via direzione Milan o Fiorentina, seppur fosse uno dei pupilli Inzaghi, dando più spazio all’investimento fatto sul kosovaro (20 milioni). Sulla fascia invece si cerca una alternativa a Marusic, con Augello della Sampdoria come primo candidato.

La Roma invece deve puntellare qualche reparto, ma mantenendola quadra proposta sino ad oggi. In primis c’è una questione portieri da risolvere, con Sirigu del Torino che potrebbe essere il primo candidato come nuovo numero uno. In cambio potrebbe andare in granata Pau Lopez, giocatore promettente che non ha mai convinto. Sull’esterno invece il nome di Montiel del River Plate, in scadenza a giugno e con un valore vicino ai 10 milioni, sarebbe il preferito da nuovo D.S, che punta molto sui giocatori sud americani.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA