Le regole

Nuovo decreto gennaio, Italia in lockdown soft. Le misure

Nel nuovo decreto approvato dal Cdm saranno vietati gli spostamenti tra regioni. Torna la divisone in fasce fino al 15 gennaio: le regole e i divieti

5 gennaio 2021 10:45
Nuovo decreto gennaio, Italia in lockdown soft. Le misure

Divieto di spostamento tra regioni e misure per la zona arancione nel weekend 9-10 gennaio.

Sono queste due delle misure contenute nel nuovo decreto approvato dal Cdm che durerà fino al 15 gennaio 2021, quando sarà necessario varare un nuovo Dpcm.

Tra le nuove regole previste, anche una zona gialla "rafforzata".

 

Decreto legge gennaio, gli spostamenti vietati e quelli permessi

Secondo quanto contenuto nel decreto 4 gennaio, sarà introdotto il divieto di spostamento tra regioni e province autonome fino al 15 gennaio, se non per “comprovate esigenze” di lavoro, salute o necessità.

 

Rimane comunque «consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma».


Sempre dal 7 al 15 gennaio resta la regola, già in vigore durante le festività, ossia lo spostamento una volta al giorno verso una sola abitazione privata tra le 5 e le 22, nei limiti di due persone oltre ai minori di 14 anni, le persone non autosufficienti e con disabilità conviventi.

 

Allo stesso modo, nella zona arancione saranno permessi anche gli spostamenti dai comuni con una popolazione non superiore ai 5000 abitanti e nel raggio di 30 km dai relativi confini, ma senza raggiungere capoluoghi di provincia.

 

Nuovo decreto, il calendario dei divieti

Questo il calendario dei divieti in base alla bozza del nuovo decreto del Governo:

 

  • 7 e 8 gennaio 2021: l’Italia sarà in fascia gialla. Gli spostamenti saranno liberi ma solo all'interno dei confini regionali. I negozi e i centri commerciali saranno aperti. Anche i bar e i ristoranti potranno riprendere le proprie attività fino alle 18: dopo questo orario sarà consentito l’asporto e il servizio a domicilio. Il coprifuoco scatterà dalle 22 alle 5.

  • 9 e 10 gennaio: tutta l’Italia sarà in fascia arancione. Questo significa che sarà permesso muoversi con autocertificazione, ma solo all'interno del proprio comune; per bar e ristoranti sarà permesso solo l’asporto e la consegna a domicilio. Aperti i negozi, parrucchieri e centri estetici. Coprifuoco sempre dalle 22 alle 5 del mattino.

  • 11-15 gennaio: si tornerà alla divisione in zone: l’Italia in teoria sarà gialla, ma i dati del Ministero della Salute stabiliranno se ci saranno regioni, invece, a cui dovranno essere applicate misure più restrittive, secondo i nuovi parametri validati dal Cts.

Dal 15 gennaio, con il nuovo Dpcm, potrebbe essere introdotta la "zona bianca", con le regole sempre valide del distanziamento e dell'utilizzo di mascherina, ma con ristoranti, bar, cinema e palestre aperti.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA