EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
Ritratti (poco) diplomatici

Nancy Pelosi si emozionò quando divenne Cavaliere di Gran Croce

L’onorificenza più alta della nostra Repubblica alla terza carica istituzionale Usa rieletta per la quarta volta. Origini abruzzesi e matriarcato

Nancy Pelosi si emozionò quando divenne Cavaliere di Gran Croce

Nancy Pelosi è stata eletta Speaker of the House (Presidente della Camera dei deputati Usa) per la quarta volta. E’ la terza carica istituzionale americana e presiede l’istituzione politica piu’ potente degli Stati Uniti, naturale bilanciamento insieme alla Corte Suprema ai poteri del Presidente. Ricordo l’emozione e l’orgoglio di Nancy quando fu decorata della onorificenza di Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana. Un riconoscimento che era stato offerto anche al padre Thomas D’Alessandro, sindaco di Baltimora. Una famiglia di origini abruzzesi che ha ricoperto negli anni incarichi politici di grande livello.


Nancy partecipo’ alla cerimonia per la consegna della decorazione accompagnata da tutta la sua famiglia, Paul il marito, figli e nipoti e dal gruppo dirigente del Partito Democratico. Per ognuno aveva uno sguardo affettuoso ed una attenzione, con una guida carismatica su tutti, dai bambini ai  piu’ grandi, unita ad una naturale eleganza.  

Un matriarcato condiviso che affondava le sue origini nel Sud, nel paese dei suoi avi. Il discorso per quella occasione è ora agli atti del Congresso e testimonia della fierezza ed amore per i suoi antenati e la sua fede nella Nazione americana  ed il suo ruolo nel mondo.


Madame Speaker dovrà ora accompagnare dall’alto del suo scranno con la determinazione e la saggezza che le sono naturali, questi primi due anni della Presidenza Biden. Anni determinanti per superare le divisioni e le polemiche del passato e forgiare il ruolo degli Stati Uniti in un mondo in rapida evoluzione geopolitica e tecnologica ed indebolito dalla pandemia e dalle fragilità di un progresso non ancora elaborato.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA