Covid nel calcio

Emergenza Juventus: tra casi di infortuni e positivi covid in aumento

Ancora un caso di Covid-19 in casa Juventus, che perde un pezzo importante degli undici titolari. Ora Pirlo ha una sfida complicata domenica con il Sassuolo

Emergenza Juventus: tra casi di infortuni e positivi covid in aumento

La Juventus si sta ritrovando in una situazione purtroppo non nuova a questa stagione. Martedì sera erano usciti i primi due positivi ai tamponi per il Covid-19, Cuadrado e Alex Sandro, due pezzi fondamentali della scacchiera di Pirlo. Da lì però la situazione è peggiorata, con altri casi di positività che hanno cambiato le carte in tavola nella gara con il Milan. Seppur la gara fosse a rischio a causa di questo piccolo focolaio in casa bianconera, la gara si è giocata e conclusa positivamente per il club di Agnelli.

Salgono a 8 in totale i giocatori colpiti dal Covid-19 dalla scorsa stagione a quella attuale. Dopo i casi di Dybala, Rugani e Matuidi il campionato passato, in questa stagione si sono aggiunti Cristiano Ronaldo, McKennie, Alex Sandro, Cuadrado e oggi a De Ligt.

È il turno del giovane e talentoso difensore olandese , che ha dovuto fermarsi in quarantena, rinunciando dunque per forza di cose a tutte le prossime partite della Vecchia signora. Questo per il mister a due giorni dalla gara con il Sassuolo, avversario tutt’altro che scontato, è un problema, soprattutto per le soluzioni, anche se la squadra rimane ancora solida.

 

Juve, chi giocherà contro il Sassuolo?

Pirlo dovrà cambiare le carte in tavola, con Demiral come papabile al posto dell’assente olandese.

Il Sassuolo è una squadra che sta attraversando un momento complesso, seppur è riuscito a strappare la vittoria con il Genoa. Non è da escludere che i casi aumentino e che si debba rivedere le scelte, visto che alcuni giocatori in uscita (Frabotta e Bernardeschi su tutti), dovranno rimanere. Le scelte, anche con una rosa ampia, non sono infinite e in frangenti così corti tra una gara e l’altra le soluzioni devono essere immediate.

Con i neroverdi la sfida è sempre specuiale per i forti legami che unisce i due team. Le società lavorano continuamente in parallelo, con la Juve che spesso lascia in prestito dei giovani promettenti in Emilia con la speranza che possano sbocciare definitivamente. 

Tra Locatelli, Boga e Berardi, i discorsi rimarrano ancora aperti e i giri di mercato tornaeranno prima o poi ad incrociarsi.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA