Italia a colori

Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Calabria, Sicilia in zona arancione

Secondo le ultime notizie, saranno 5 le regioni che entreranno in zona arancione, mentre le altre dovrebbero rimanere in zona gialla. Nessuna rossa

Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Calabria e Sicilia saranno in zona arancione.
In base alle indiscrezioni appena arrivate, il ministro della Salute Roberto Speranza ufficializzerà la decisione oggi, firmando una nuova ordinanza che entrerà in vigore da lunedì 11 gennaio, se non addirittura da domenica 10. 

 

Le altre regioni dovrebbero invece rimanere in fascia gialla. Nessuna sarà inserita nella zona rossa.

 

Monitoraggio settimanale Covid 19: indice Rt in aumento

Secondo quanto riportato dall’Ansa, la bozza del monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità ha evidenziato come, nel periodo compreso tra il 15 e il 28 dicembre 2020, l'indice di trasmissibilità Rt medio sia stato pari a 1,03 (ange 0,98 - 1,13), risultando in aumento da quattro settimane e per la prima volta sopra uno dopo sei settimane.


In che situazione si trova quindi ora l’Italia? Nel report si legge che la fase è alquanto delicata e sembra portare a un nuovo aumento dei casi nelle prossime settimane, nel caso in cui non venissero «definite ed implementate rigorosamente misure di mitigazione più stringenti.»

 

Indice Rt regioni, il report Ministero della salute/Iss

In base alla bozza del monitoraggio settimanale Ministero della Salute/Iss, sono 12 le Regioni/Province Autonome a rischio alto questa settimana, 8 a rischio moderato (ma di cui due "sorvegliate speciali") e una sola, la Toscana, a rischio basso.

 

Tre le regioni che hanno un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel valore inferiore, quindi all’interno di uno scenario 2: ossia Calabria, Emilia Romagna e Lombardia.

 

Altre 6 regioni superano 1 nel valore medio: Liguria, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle D’Aosta.

 

Quattro invece hanno un valore uguale- come la Puglia- oppure lo sfiorano: Lazio, Piemonte e Veneto. Il Veneto, in particolar modo, ha tasso di incidenza particolarmente elevato rispetto alla media nazionale, sottolinea il report.


Sono poi 13 le regioni che hanno un tasso di occupazione delle terapie intensive o di aree mediche al di sopra della soglia critica, in aumento rispetto alla settimana precedente.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA