Bonus 2021

Bonus casa 2021: proroga per tutte le detrazioni. Superbonus al 2022

Tornano nel 2021 tutti i bonus casa: l’ecobonus, il bonus ristrutturazioni, il bonus mobili, il bonus facciate, il bonus verde e il superbonus al 110%

11 gennaio 2021 10:21
Bonus casa 2021: proroga per tutte le detrazioni. Superbonus al 2022

Rifinanziati dalla legge di Bilancio 2021 tutti i bonus casa 2021: l’ecobonus, il bonus ristrutturazioni, il bonus mobili, il bonus verde e il bonus facciate fino al 31 dicembre 2021.

 

Confermato fino al 2022, invece, il superbonus al 110%, l’intervento più atteso di tutti.

 

Vediamo nel dettaglio tutti i bonus casa 2021.

 

Manovra 2021 rifinanzia tutte le detrazioni per la casa  

Tornano nel 2021 tutti i bonus casa, misure che non essendo strutturali vanno confermate di anno in anno dalle diverse manovre finanziarie.

La legge di Bilancio 2021 ha prorogato a tutto il 2021:

 

Confermate anche nel 2021 tutte le detrazioni per la casa, più o meno con le stesse modalità, eccezion fatta per il bonus mobili con il tetto massimo delle spese che sale a 16 mila euro da 10 mila.

 

L’ecobonus, ossia la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, resta fermo al 50% per gli infissi, biomassa e schermature solari e al 65% per le altre tipologie.

 

Confermato al 50% anche il bonus ristrutturazioni, per gli interventi di recupero edilizio e al 90% il bonus facciate, per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici.

 

Prorogato fino al 31 dicembre 2021 il bonus verde, la detrazione Irpef del 36% per le opere di sistemazione del verde e di giardini pensili.

 

Superbonus al 110% prorogato fino al 2022

Riflettori puntati sull’intervento più atteso di tutti: il superbonus al 110% già rifinanziato a tutto il 2021 prima della manovra economica 2021.

 

La legge di Bilancio 2021 ha deciso di prorogare l’incentivo per le ristrutturazioni in casa e l’efficientamento energetico fino alla fine del 2022 con delle limitazioni.

 

Prevista la formula “6 mesi + 6 mesi”, che permette di inserire le spese nella detrazione al 110% fino al 31 dicembre 2022 se entro giugno 2022 sono stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo.

In particolare:

  • i condomini che a giugno 2022 hanno fatto il 60% dei lavori possono concludere entro il 31 dicembre 2022;

  • le unifamiliari devono obbligatoriamente chiudere i lavori a giugno 2022;

  • gli Iacp - Istituti autonomi case popolari - che a dicembre 2022 hanno completato il secondo stato di avanzamento dei lavori possono concludere entro giugno 2023.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA