EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
L'avvicendamento

Carabinieri, il Generale Cavallo al Comando Interregionale Culqualber

Oggi 12 gennaio il Generale Gianfranco Cavallo ha preso il posto del Generale Carmelo Burgio al vertice del Comando interregionale Carabinieri Culqualber

Carabinieri, il Generale Cavallo al Comando Interregionale Culqualber

Cambio ai vertici dell’Arma. Oggi a Messina all’interno della caserma “A. Bonsignore”, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri generale C.A. Giovanni Nistri, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nell’incarico di Comandante Interregionale tra il Generale di Corpo d’Armata Carmelo Burgio e il Generale di Corpo d’Armata Gianfranco Cavallo.

 

La cerimonia si è svolta nel giardino del Comando Interregionale, nella scrupolosa osservanza delle prescrizioni sanitarie volte al contenimento epidemiologico da Covid-19, alla presenza dei comandanti delle Legioni di Sicilia e Calabria, di una rappresentanza di militari in servizio al Comando Interregionale “Culqualber”, nonché del Presidente dall’organo di Rappresentanza militare interregionale, del cappellano militare e del Presidente della locale Associazione Nazionale Carabinieri.

 

Il Generale Burgio, nel lasciare l’incarico di Comandante del Comando Interregionale, ha rivolto –in un toccante Ordine del Giorno, ispirato al periodo di comando a Messina – un reverente pensiero ai caduti ed alle vittime dell’epidemia che ha dolorosamente caratterizzato il 2020 ed ha sottolineato come nel suo periodo di comando, coinciso in gran parte con il periodo di sviluppo del fenomeno pandemico, abbia potuto apprezzare il quotidiano, costante impegno dei Carabinieri del Comando Interregionale che hanno saputo “affrontare sfide nuove, inattese, che hanno richiesto fermezza, partecipazione, ulteriore condivisione del rischio più subdolo, vicinanza alle popolazioni e comprensione per stati d’animo improntati a comprensibile scoramento, smarrimento, persino frustrazione e rabbia, dimostrandosi capaci di sostenere il peso degli eventi e della responsabilità affidatagli, degni degli alamari che restano cuciti sulla nostra pelle, come ebbe a dire un nostro imprescindibile modello di servizio e vita, il nostro Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.”

 

Il Generale Cavallo ha espresso la propria soddisfazione per l’alto incarico conferitogli dal Comandante Generale dell’Arma, consentendogli il ritorno in questa meravigliosa e impegnativa parte d’Italia densa di storia, cultura e tradizioni ed ha assicurato il massimo impegno e dedizione anche perché animato da una vita di sentimenti vissuti intensamente nell’Arma, ringraziando i militari presenti che rappresentano idealmente tutti i militari del Comando Interregionale e le loro famiglie ed evidenziando che porrà la massima attenzione alle esigenze del territorio, dei militari dell’Arma e dei loro rispettivi Reparti.

 

Infine il Comandante Generale dell’Arma, Gen. C.A. Nistri, dopo avere rivolto il pensiero ai caduti ed ai loro familiari, ha evidenziato come, in questo periodo particolarmente difficile sotto il profilo sanitario, economico e sociale, che costituisce un emergenza che sta mettendo a dura prova l’intera comunità Nazionale, l’Arma dei Carabinieri è ancora una volta protagonista nel garantire, insieme con sicurezza e legalità, il rispetto delle misure a tutela della salute pubblica e soprattutto nell’assistere le fasce più deboli e vulnerabili della popolazione, tanto più nelle regioni del sud. La vicinanza, la prossimità e la disponibilità al cittadino profuse quotidianamente, con silente abnegazione dai Carabinieri, si traducono nell’affidabilità dell’Istituzione che costituisce un punto di riferimento essenziale nel sistema della sicurezza in Italia. Il Generale Nistri, infine ha salutato il Generale Burgio formulandogli gli auguri per il suo nuovo incarico ed ha indirizzato al Generale Cavallo gli auspici di buon lavoro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA