Il ristori quinques

Ristori 5: nel testo fondo perduto, bonus 1000 euro automomi, Cig

Ristori 5 testo in arrivo, ecco cosa prevede nuovi contributi a fondo perduto, proroga Cassa integrazione covid, bonus 1000 euro partite IVA, forse Rem 2021

12 gennaio 2021 12:23
Ristori 5: nel testo fondo perduto, bonus 1000 euro automomi, Cig

In arrivo, dopo l'approvazione del Recovery Plan italiano in CdM oggi 12 gennaio 2021, il nuovo decreto “Ristori 5”, il primo decreto del 2021 a sostegno all’economia e alle categorie colpite dagli effetti della pandemia e, il quinto della serie “Ristori” (con la proroga cassa integrazione, fondo perduto per le partite Iva, rinvii fiscali e sanità) e il nono se si conta dal “Cura Italia” del marzo dello scorso anno. Il tutto vale 108 miliardi e quattro richieste di scostamenti di bilancio che hanno portato il deficit dello scorso anno al 10,8% come fa notare l'Huffington Post.

 

Ristori 5 cosa prevede il testo: 

Lo schema del Ristori 5 prevede la richiesta di nuovi fondi da coprire con un nuovo scostamento di bilancio da circa 24 miliardi che, però potrebbe salire fino a 30 miliardi.

Dopo l’ok del Parlamento, il governo Conte presenterà il testo del decreto Ristori 5 contenente tra le altre misure anche i nuovi contributi a fondo perduto che potrebbero però, a questo giro, essere sotto forma di detrazione fiscale speciale.

 

Il ministro degli Esteri Di Maio e la viceministra dell’Economia Castelli, hanno parlato ieri di Dl Ristori 5 e i contributi a fondo perduto che potrebbero superare il limite dei circa 160 codici Ateco e non essere più vincolati ai colori delle Regioni. Insomma si va verso contributi a fondo perduto genaralizzati per tutti coloro che hanno avuto perdite di fatturato nei primi sei mesi e non più ad aprile 2020 su aprile 2019.

 

Sempre nel Ristori 5 potrebbero arrivare anche i ristori per i professionisti “ordinisti” (avvocati, architetti, ingegneri ecc) come chiedono da tempo le opposizioni. Per ora il ristoro, oltre a bonus stagionali e precari, è stato allargato ai titolari di partita IVA a gestione separata Inps, ovvero alle professioni senza ordine come lo sono i web manager, venditori porta a porta, consulenti ecc.

 

L’altra misura cruciale è il rinnovo delle risorse per la cassa integrazione Covid. Ieri la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha confermato che ci sarà l’intervento per la cig che scade a marzo.

 

Nel nuovo decreto con i ristori dovrebbe essere previsto anche un bonus partite IVA da 1000 euro e autonomi e se sarà necessaria la proroga reddito di emergenza 2021.

 

Ristori 5, Cassa integrazione covid:

La ministra Catalfo sul blocco licenziamenti e Cig covid ha detto su "La Repubblica": "Faremo un ragionamento per le aziende in forte crisi: per loro si può pensare di allungare lo stop ai licenziamenti e la Cig. L'obiettivo è evitare lo tsunami occupazionale, formare i lavoratori in transizione, ricollocarli altrove se l'impresa non riparte. In pratica la Catalfo ha voluto dire che il governo sta pensando alla proroga del blocco licenziamenti e cig covid gratis solo per le aziende in forte crisi.".

 

"Nel prossimo decreto dopo la richiesta di nuovo scostamento, andrà subito rifinanziata la Cassa integrazione legata però alla perdita di fatturato il fondo per l'anno bianco degli autonomi salirà da 1 a 2,5 miliardi, consentendo la decontribuzione totale alle partite Iva con cali di entrate. Vorrei anticipare anche un'importante politica attiva, la Industry Academy, un programma incentivato per favorire la sinergia tra imprese e università, Istituti tecnici superiori e Regioni".

 

Cig unica 2021:

"Nei primi mesi vorrei mettere a punto ammortizzatori sociali, politiche attive per il lavoro". Si va verso dunque la Cig unica: un unico ammortizzatore per tutti i lavoratori e tutte le imprese, facile da richiedere usando anche l'app: basterà spuntare le ore di Cig. Niente più Iban, Sr41 e altre contorsioni burocratiche. Il 2020 è stato disastroso per la Cig, è ora di semplificare. E se quello passato è stato l'anno dell'Inps, in prima linea sulle politiche passive, questo sarà l'anno dell'Anpal per le politiche attive. Confido nel presidente Parisi, c'è molto da fare".  

 

Naspi 2021 per over 50 e vicini alla pensione

La ministra Catalfo ha anche parlato dell'indennità di disoccupazione Inps, Naspi 2021. "Allungheremo la Naspi per gli over 50 o vicini alla pensione"  ha confermato la ministra.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA