cani avvelenati

USA, muffa nel cibo: morti 70 cani. Altri 80 in gravi condizioni

L'azienda americana Midwestern Pet Foods ha annunciato di aver ritirato alcuni suoi prodotti dopo il decesso di almeno 70 cani: aperta un'inchiesta

USA, muffa nel cibo: morti 70 cani. Altri 80 in gravi condizioni

Almeno 70 cani sono morti, mentre altri 80 si sono ammalati dopo aver ingerito alcuni prodotti dell’azienda americana Midwestern Pet Food, che sono stati quindi ritirati dal mercato.

 

Secondo quanto riportato dal New York Times, a causare l’avvelenamento degli animali sarebbe stata una muffa che, a livelli particolarmente alti, può risultare fatale.

 

Cani deceduti, aperta un’inchiesta

La Food and Drug Administration (FDA) ha aperto un'inchiesta sulla vicenda, in modo da far luce su quanto accaduto.

Dalle prime analisi effettuate sembra che i prodotti in questione- cibo per cani e gatti delle linee Sportmix, Pro Pac Originals, Splash, Sportstrail and Nunn Better- contenessero una quantità eccessiva di aflatossina, ossia una specie di muffa che può formarsi su mais e altri cereali.

Ad alti livelli questa tossina può portare alla morte, ma anche causare dei danni al fegato senza che si manifestino particolari sintomi.

La FDA ha reso noto che tra i segni dell’avvelenamento ci sono vomito, mancanza di appetito, diarrea e spossatezza.

Non sono stati invece segnalati, sottolinea il New York Times, casi di avvelenamento tra gatti o esseri umani, né ci sono prove che maneggiare l'aflatossina possa causare l'avvelenamento tra i padroni degli animali. 

 

Le prime segnalazioni di avvelenamento dei cani a dicembre

La Mildwestern Pet Foods Inc. ha sede nello stato dell'Indiana, negli Stati Uniti, e ha acquisito nel Paese una grossa fetta di mercato.  In realtà già lo scorso dicembre l'azienda aveva deciso di ritirare i prodotti della linea Sportmix, dopo aver ricevuto la segnalazione della morte di 28 cani.

Come reso noto attraverso un comunicato pubblicato sul sito, questa settimana l'azienda ha ritirato dal mercato anche altre linee di cibo per cani e gatti, tutti con scadenza luglio 2022, avvisando i proprietari degli animali domestici. Ha tenuto però a precisare che è la prima volta in cui vengono richiamati dei prodotti in quasi 100 anni di storia, in cui si è impegnata "a garantire prodotti sicuri e nutrienti".

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA