EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
Il piano Pfizer

Vaccino Covid, Pfizer annuncia piano per ridurre i ritardi a 7 giorni

La Pfizer, tramite un comunicato, ha annunciato che il ritardo nella fornitura dei vaccini sarà ridotto a una settimana. Restano però le preoccupazioni

Pfizer e BioNTech rassicurano sulla fornitura del vaccino anti-Covid e annunciano un piano che dovrebbe ridurre a una settimana i ritardi nelle consegne delle dosi. Il piano "permetterà di aumentare la capacità di produzione in Europa e di fornire molte più dosi nel secondo trimestre - si legge in un comunicato congiunto- torneremo al calendario iniziale di distribuzione all'Ue a partire dalla settimana del 25 gennaio, con un aumento delle consegne dalla settimana del 15 febbraio. Per farlo, alcune modifiche al processo di produzione sono ormai necessarie".

 

Vaccino Covid Pfizer, Arcuri: "Non è immaginabile un ritardo"

Ma le preoccupazioni restano: da oggi in diverse regioni verrà somministrata la seconda dose alle persone vaccinate il 27 dicembre scorso. Essenziale rispettare la distanza dei tempi indicati per non annullare l’efficacia della prima somministrazione (21-25 giorni). Il commissario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, non si fida della Pfizer, dice: “Non calpesti il diritto alla salute”, e chiede solidarietà alle Regioni che hanno più vaccini a disposizione e avverte che in Italia arriveranno 165mila dosi in meno.

 

Dopo la comunicazione del colosso farmaceutico di tagliare del 29-30% la fornitura di vaccini contro il Covid per ragioni legate alle linee produttive, il commissario Arcuri ha inviato una mail alla multinazionale: “Parte della popolazione italiana, nei cui confronti si sta effettuando questa prima fase di vaccinazione è costituita dalle fasce più deboli, come gli ultraottantenni, di regola accompagnati da una o più patologia. Quindi particolarmente esposti al rischio della vita. E per i quali non è immaginabile una sospensione o un ritardo nella somministrazione o un ritardo nella somministrazione della seconda dose del vaccino”.

 

Forniture vaccino anti Covid Pfizer, Speranza chiede "serietà e rigore"

“Serietà e rigore" sono stati chiesti dal ministro della Salute Roberto Speranza: "Chiediamo a Pfizer di rispettare i patti perché una campagna vaccinale che coinvolge milioni di persone non è uno scherzo e va fatta con la massima serietà e rigore, è impresa seria e complicata. La campagna vaccinale italiana è partita con il piede giusto, è una lunga maratona ma è evidente che le cose si sono messe sul terreno giusto. Ci dicono che la prossima settimana si ritornerà alla normalità, ma noi siamo rigorosi e chiediamo che venga tutto rispettato nel dettaglio, la macchina organizzativa ha bisogno di assoluta puntualità e sapere che cambia il numero di dosi ci mette in grossa difficoltà".

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA