Indennizzi decreto ristori

Bonus stagionali 2021 da 1000 euro: lavoratori turismo e terme

Il decreto Ristori 5 contiene un nuovo bonus 1000 euro per gli stagionali del turismo e delle terme. Cos’è e a chi spetta il nuovo indennizzo 2021 Covid-19?

In arrivo nuovi contributi a fondo perduto per i lavoratori stagionali del turismo e delle terme, colpiti duramente dalle chiusure imposte dal governo per frenare la curva dei contagi Covid-19.

 

In settimana, dopo lo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro, verrà approvato il decreto Ristori 5, che tra le tante cose contiene un nuovo bonus 1000 euro per gli stagionali del turismo e delle terme. Cos’è e a chi spetta?

 

Bonus 1000 euro per lavoratori stagionali nel decreto Ristori 5

Settimana importante per l’esecutivo, prima di tutto per la crisi di governo ma anche per l’ok al decreto Ristori 5, dopo la richiesta al Parlamento di uno scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro.

 

Il decreto Ristori gennaio 2021, il quinto di una lunga serie, conterrà una pace fiscale e nuovi contributi a fondo perduto generalizzati, che coinvolgeranno questa volta anche i liberi professionisti titolari di Partita Iva.

 

Previsti anche nuovi indennizzi una tantum per le categorie maggiormente colpite dalle chiusure e dalla pandemia, con un bonus stagionali da 1000 euro riservato ai lavoratori del settore turismo e stabilimenti termali e lavoratori in somministrazione.

 

Bonus stagionali 1000 euro per turismo e stabilimenti termali e lavoratori in somministrazione

Il decreto Ristori 5 conterrà un bonus 1000 euro per i lavoratori stagionali e non stagionali, con il primo tipo di indennizzo Covid-19 riservato solo ai lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali.

 

A chi spetta il bonus 1000 euro stagionali? Il contributo a fondo perduto da 1000 euro spetta ai lavoratori del settore turismo e degli stabilimenti termali che:

  • hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto;

  • abbiamo lavorato per almeno 30 giorni nel periodo in questione e non siano titolari di pensione, rapporto di lavoro dipendente, percettori di Naspi.

 

Previsto anche un bonus 1000 euro per i lavoratori in somministrazione, sempre del settore turismo e terme.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA