Misure covid per lavoro

Decreto Ristori 5, testo in arrivo: bonus e proroga cig Covid a giugno

Si attendono nuove misure a sostegno del lavoro con l’approvazione del decreto Ristori 5 da 32 miliardi di euro, in particolare la proroga della cig Covid

Decreto Ristori 5, testo in arrivo: bonus e proroga cig Covid a giugno

Nuove settimane di cassa integrazione Covid in vista con il decreto Ristori 5, visto che la crisi economica da Coronavirus non molla l’Italia.

 

Si attende con trepidazione il varo del nuovo provvedimento sugli aiuti alle famiglie, imprese e lavoratori, per conoscerne il contenuto. In linea di massima il decreto Ristori 5 dovrebbe contenere nuovi contributi a fondo perduto generalizzati, un bonus per le Partite Iva, nuovi bonus 1000 euro per stagionali, autonomi, intermittenti, la proroga della Naspi e del Reddito di emergenza (Rem), una pace fiscale 2021, ma anche nuove settimane di cassa integrazione Covid, per un totale di 32 miliardi di euro in extra deficit.

 

Decreto Ristori 5 in dirittura d’arrivo, le misure: dai bonus alla cig

Approvato lo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro si attende il varo del decreto Ristori 5, misura che segue l’imposizione del nuovo lockdown in vigore fino al 5 marzo, con le limitazioni del caso decise con il Dpcm del 14 gennaio 2021.

 

Il quinto capitolo della saga ristori, il primo del 2021, dovrebbe contenere oltre ai contributi a fondo perduto generalizzati, bonus Partite Iva e bonus 1000 euro stagionali, autonomi, in somministrazione, intermittenti, anche nuove settimane di cassa integrazione Covid, 8 in tutto, per spostare la deadline dal 31 marzo al 1° giugno 2021, nella speranza che allora si sia innescata la tanto attesa ripresa economica, grazie anche ai vaccini.

 

Come suggerito anche recentemente da Confcommercio, la strada da percorrere è ancora lunga ed è meglio non aspettarsi un rimbalzo eclatante del PIL nel 2021.

 

Otto settimane di cassa integrazione Covid nel Ristori 5, fino a giugno 2021

Si attendono nuove misure a sostegno del lavoro con l’approvazione del decreto Ristori 5 da 32 miliardi di euro, in particolare la proroga della cig Covid fino a giugno 2021.

 

La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha anticipato che la cassa integrazione Covid arriverà a 26 settimane, con otto settimane in più rispetto alla scadenza del 31 marzo 2021, sostando la scadenza al 1° giugno 2021.

 

Confermato anche lo sgravio contributivo al 100% alternativo all’utilizzo degli ammortizzatori sociali e la possibilità di una proroga della Naspi, indennità di disoccupazione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA