Il calendario

Reddito di cittadinanza gennaio 2021: pagamento dal 27, non per tutti

Dal 27 gennaio arriva il pagamento della ricarica RdC per tutti i beneficiari in possesso dei requisiti. Sospensione per alcuni e per l’Isee non rinnovato

Reddito di cittadinanza gennaio 2021: pagamento dal 27, non per tutti

Reddito di cittadinanza gennaio 2021 pagamento dal 27 ma non per tutti: si avvicina il giorno della ricarica RdC per la maggior parte dei beneficiari della misura ma anche in questo mese saranno tanti a non ricevere l'accredito. Andiamo quindi a vedere a chi spetta il pagamento di gennaio e chi inveve non lo avrà.

 

Reddito di cittadinanza gennaio 2021 pagamento dal 27: per chi è?

Il pagamento reddito di cittadinanza di gennaio 2021 sarà accreditato dall'Inps-Poste dal 27 gennaio 2021 a coloro i quali hanno presentato la domanda RdC prima di gennaio 2021.

 

Per chi ha presentato per la prima volta la domanda RdC o la domanda di rinnovo entro il 31 dicembre, il pagamento è già arrivato insieme alla consegna della carta avvenuta dal 15 gennaio.

 

Reddito di cittadinanza gennaio 2021, chi non lo riceve?

La domanda di rinnovo RdC può essere presentata a gennaio 2021 da coloro che hanno terminato il pagamento delle 18 mensilità a dicembre ma dovranno comunque osservare lo stop di 1 mese per i pagamenti.

Ecco un pratico esempio per capire:

Se la prima ricarica RdC è stata ricevuta a luglio 2019, le 18 mensilità sono terminate a dicembre. La nuova domanda può essere presentata già nel mese di gennaio ma bisogna comunque osservare il mese di stop per i pagamenti. Ciò significa che il 27 gennaio non ci sarà il pagamento della ricarica RdC  ma riprenderà dal 15 febbraio in caso di presentazione della domanda di rinnovo entro il 31 gennaio 2021.

 

Reddito di cittadinanza nuovo Isee entro il 31 gennaio 2021:

Si ricorda che entro il 31 gennaio 2021 tutte famiglie beneficiarie del Reddito di cittadinanza devono provvedere a consegnare il nuovo ISEE 2021. Il mancato aggiornamento Isee, implica la sospensione delle ricariche a partire dal mese di febbraio e rimarrà fin quando non verranno aggiornati i documenti come richiesto dalla legge.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA