I nuovi dati

Covid, quasi tutta l’Italia in zona gialla. I colori delle Regioni

Secondo l’ordinanza del Ministro Speranza, 16 le Regioni e Province autonome che saranno in zona gialla dal 1° febbraio, 5 in arancione e nessuna rossa

Covid, quasi tutta l’Italia in zona gialla. I colori delle Regioni

Quasi tutta l'Italia sarà nella zona gialla a partire da lunedì 1° febbraio. Sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, il ministro della Salute Speranza ha firmato l'ordinanza che stabilisce il nuovo colore delle Regioni e Province autonome: solo 5 rimarranno in area arancione, mentre le altre passeranno al giallo.

Nessuna sarà in fascia rossa, mentre la Basilicata, nel caso venisse confermato il trend positivo, si candida a diventare zona bianca nelle prossime settimane.


Speranza, in un post su Facebook, ha sottolineato: «L’indice di trasmissione del contagio è sceso a 0,84. È un risultato incoraggiante frutto dei comportamenti corretti delle persone e delle misure di Natale che hanno funzionato. Numerose regioni torneranno in zona gialla. Questa è una buona notizia, ma è fondamentale mantenere la massima attenzione. La sfida al virus è ancora molto complessa.»

 

Ordinanza Speranza: le Regioni in zona arancione

In base ai nuovi dati, sono in area arancione le Regioni Puglia, Sardegna e Umbria, insieme a Sicilia e provincia Autonoma di Bolzano che guadagnano la nuova colorazione dopo essere state in fascia rossa.

In Alto Adige sono previste misure più restrittive: il governatore Arno Kompatscher ha firmato una nuova ordinanza, valida dal 31 gennaio fino ale 15 febbraio, che impone la chiusura di bar e ristoranti.
Intanto il governatore della Sardegna Solinas ha annunciato il ricorso al Tar contro il provvedimento del ministro Speranza, giudicato "ingistificato e dannoso".

 

Covid, le Regioni in zona gialla

Sono in zona gialla 16 Regioni e Province autonome: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Veneto e Valle d'Aosta conquistano il giallo, insieme Lombardia e il Lazio, di cui si è molto discusso in questi giorni. Le due regioni sono alla fine riuscite a conquistare un allentamento delle misure anti-Covid.

Confermano la zona gialla Toscana, Molise, Campania, Basilicata e Provincia autonoma di Trento.

Il governatore della Lombardia Fontana ha dichiarato, in un video pubblicato su Facebook: «Credo che sia un doveroso e giusto riconoscimento ai tanti sacrifici che i cittadini hanno compiuto in questi mesi e in questa settimana. Proprio perché è stato faticoso ottenere questo risultato, voglio invitare tutti a mantenere dei comportamenti rispettosi delle regole, rispettosi delle precauzioni».
Soddisfatto anche il governatore del Lazio Zingaretti, che però non nasconde la sua preoccupazione: «La permanenza in fascia arancione, grazie alla collaborazione di tutti, è durata solo 2 settimane- ha commentato su Facebook-. Una buona notizia che darà respiro all’economia. Ora però dobbiamo fare attenzione a non gettare a mare i sacrifici fatti in queste settimane. Manteniamo alto il livello di attenzione, evitiamo gli assembramenti, rispettiamo le norme di precauzione o i contagi saliranno di nuovo.»

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA