Il video “censurato”

Giallo sul video degli Windsor misteriosamente ritirato da YouTube

Ha ottenuto 10mila visualizzazioni in poche ore. Uscito nel 1969, venne chiesto alla BBC di farlo sparire per sempre. Perché i reali lo hanno bloccato?

Giallo sul video degli Windsor misteriosamente ritirato da YouTube

Si intitola “Royal Family” ed è un documentario sulla famiglia reale inglese. Non è nuovo, ma è tornato a circolare a poche settimane dall’uscita di Bridgerton, il 25 dicembre 2020, la serie tv Netflix balzata nella Top ten delle più viste della piattaforma tv e incentrata sulle vicende di una nota famiglia dell’alta nobiltà inglese, i Bridgerton appunto. Dopo The Crown, dedicata esplicitamente alla storia di Elisabetta II, dunque, un altro video agita i sonni degli inquilini di Buckingham Palace. Si tratta di un filmato riapparso misteriosamente su YouTube nei giorni scorsi e altrettanto misteriosamente scomparso nell’arco di poche ore, ma dopo aver totalizzato 10mila visualizzazioni in tempo record.

Ecco cosa si nasconde dietro al “giallo” e perché “la Corona” ne avrebbe ordinato il ritiro.

 

Cos’è “Royal Family”

Si tratta di un documentario girato negli anni ’60 e dedicato alla famiglia inglese. A commissionarlo all’epoca era stata la stessa famiglia Windsor, allo scopo di dare un volto “umano” e familiare dei reali. Vi si vede la Regina Elisabetta II a Bukingham Palace insieme a un giovane Principe Carlo, ma anche ai nipoti, oppure in un negozio, sorridente, che si rivolge a una commessa. O ancora su di un prato in occasione di un pic nic. Andato in onda nel 1969, dopo poco la stessa famiglia reale ne chiese il ritiro alla BBC, impegnando la tv inglese a non trasmetterlo mai più. Nei giorni scorsi, per, è riapparso in rete, anche se per poco.

 

Il filmato riapparso (e poi scomparso nuovamente)

Il documentario è ricomparso, misteriosamente, nei giorni scorsi su YouTube. Nel giro di poche ore è stato visto da ben 10mila utenti, prima che però scomparisse nuovamente. Perché? Se all’epoca della prima trasmissione i Windsor decisero di tornare sui propri passi perché ritennero che il video potesse essere offensivo per la maggior parte della popolazione, alle prese con crisi economica e povertà, oggi la richiesta di blocco è apparsa alquanto insolita. Ufficialmente il filmato è stato ritirato per presunte violazioni del copyright, ma qualcuno ritiene che il motivo sia molto più “banale”.

 

Le frasi offensive di Elisabetta II

A far discutere potrebbero essere alcuni passaggi del documentario e in particole alcune affermazioni della Regina Elisabetta II in persona. In particolare, riferimenti come quello all’ambasciatore statunitense nel Regno Unito che lei stessa definiva “un gorilla”. Che sia tutto qui?

Di sicuro la ritrosia a mostrarsi e a mostrare lati della vita privata della famiglia reale è ben nota, come dimostra anche un episodio di  The Crown. Al momento Buckingham Palace non ha commentato la notizia del filmato finito in rete.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA