Rem 2021

Da Ristori 5 a decreto Sostegno: cosa sarà del Reddito di emergenza?

Il decreto Ristori 5 cambia nome e diventa Dl Sostegno nel nuovo Governo Draghi. Si attende la conferma della proroga del reddito di emergenza 2021

Addio decreto Ristori 5.

Con il Governo Draghi e il ministro dell'economia Daniele Franco il nuovo provvedimento che conterrà misure a sostegno delle categorie più colpite dall'emergenza Covid si chiamerà dl Sostegno, secondo quanto riportato dall'Ansa.

I ministeri starebbero lavorando agli aiuti che saranno inseriti nel testo definitivo che potrebbe arrivare la prossima settimana.

Cosa sarà della proroga del reddito di emergenza?

 

Reddito di emergenza 2021 nel decreto Sostegno

Nunzia Catalfo, Ministro del Lavoro nel governo Conte II, aveva già annunciato una proroga del reddito di emergenza a gennaio 2021: in quel periodo il precedente esecutivo stava lavorando al testo del decreto Ristori 5, per cui era stato chiesto uno scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro.
Con la nascita del Governo Draghi si attendono quindi conferme sulle misure che saranno inserite in quello che è stato ora ribattezzato Dl Sostegno.

Reddito di emergenza: la proroga nel nuovo decreto

Oltre che al nuovo Dpcm, il governo sta quindi mettendo a punto anche il decreto Sostegno, probabilmente il primo di una serie di decreti, che servirà a contrastare i danni all’economia provocati dall’emergenza sanitaria.

Il Dl Sostegno ex Ristori 5 dovrebbe contenere, tra i vari interventi, i contributi a fondo perduto per le categorie più penalizzate, come la ristorazione e quelle legate al mondo dello sci; la cassa integrazione covid con il blocco dei licenziamenti; un’ulteriore proroga per il pagamento delle cartelle esattoriali; e un bonus di 1000 euro per le partite IVA, i lavoratori autonomi, intermittenti e stagionali.


Cosa accadrà alla proroga del reddito di emergenza 2021 nel nuovo Decreto Sostegno non è ancora chiaro: di certo c’è che il Governo Draghi è chiamato a dare una prima risposta per fronteggiare la crisi tuttora in atto.

 

Reddito di emergenza: come funziona, requisiti

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno alle famiglie colpite dall’emergenza Covid che prevede un contributo da 400 fino a 800 euro a seconda del nucleo familiare.
Gli ultimi requisiti richiesti per l’erogazione del contributo nei mesi di novembre e dicembre prevedevano:

  • residenza in Italia;

  • un ISEE inferiore a 15mila euro;

  • un valore patrimonio mobiliare familiare (con riferimento al 2019) inferiore a 10mila euro, aumentato di 5 mila euro per ogni componente e fino a un massimo di 20mila euro;

  • un importo del reddito familiare inferiore a una soglia pari all'ammontare del reddito stesso.

Secondo le ultime indiscrezioni, già dalla prossima settimana dovrebbero arrivare maggiori dettagli sul decreto Sostegno e di conseguenza anche sulla possibilità di beneficiare di ulteriori tranche del Rem.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA