Chi ha vinto

Golden Globe 2021, tutti i vincitori: da Laura Pausini a “The Crown”

Ecco tutti i trionfatori ai Golden Globe 2021: Laura Pausini vince con il brano Io sì/Seen. Miglior serie drammatica The Crown, premio carriera a Jane Fonda

Golden Globe 2021, tutti i vincitori: da Laura Pausini a “The Crown”

L'Italia premiata ai Golden Globe 2021: la migliore canzone è Io sì (Seen) di Diane Warren cantata da Laura Pausini per il film con Sophia Loren La vita davanti a sè.


 "Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credere", ha postato Laura Pausini sul suo profilo Instagram.

 

In questi premi nell’era del Covid, Nomadland vince come era nei pronostici e consegna a Chloé Zhao il premio come miglior regista: è la seconda donna nella storia del premio, 37 anni dopo Barbra Streisand che ha subito twittato, "era ora". Premio anche al sequel di Borat; tra le serie The Crown, si è aggiudicati quattro premi: miglior attrice non protagonista, miglior attrice in una serie drammatica, miglior attore in una serie drammatica e miglior serie tv drammatica.

 

Il premio alla carriera è andato a Jane Fonda: "Siamo una comunità di narratori e in momenti di crisi e turbolenza è sempre stata essenziale la capacità di raccontare per cambiare la nostra mente e vivere l'empatia. Con le nostre diversità siamo tutti esseri umani", ha detto la star in collegamento dal Beverly Hilton. 

 

Golden Globes, la cerimonia e le polemiche

I premi sono stati assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association, che riunisce i giornalisti internazionali che si occupano di cinema e tv. La cerimonia dei Golden Globe 2021, condotta da Tina Fey e Amy Pohler, a distanza da New York e da Los Angeles si è svolta con i premiati collegati dalle loro case. 

 La cerimonia è iniziata con un dialogo tra le due comiche entrambe in abito nero, rivolto alle persone che si sono occupate dell'emergenza sanitaria "Grazie mille che siete qui voi così le celebrità se ne stanno tranquille e sicure a casa - hanno scherzato le attrici- di solito qui ci sarebbero Meryl Streep che non sa nemmeno per quale film sta qui o Tarantino che tocca i piedi a tutti sotto i tavoli e invece". Un riferimento anche alla polemica che ha riguardato l'assenza di membri neri nella comunità della Hollywood Foreign Press "90 giornalisti stranieri purché non neri" hanno detto le conduttrici.

 

A poche ore dalla cerimonia era scoppiata infatti una polemica: con l'hashtag #TIMESUPGlobes e lo slogan "cosmetic fixes is not enough" (che si riferisce alla scelta di avere diversi presentatori afroamericani nello show, i primi arrivati sono stati infatti i fratelli Jackson e Satche figli di Spike Lee), molte star della comunità nera ma non solo (Shonda Rhimes, Ava DuVernay ma anche Olivia Wilde e Ellen Barkin) hanno protestato contro la Hollywood Foreign Press, che tra i suoi membri non ha nessun nero. L'associazione ha fatto sapere che allargherà la partecipazione a colleghi neri e di altri background non rappresentati.

 

Golden Globe 2021, chi ha vinto nella sezione tv

Intanto i primi premiati sono stati:

  • Daniel Kaluuya per Judas and the Black Messiah, che è la storia vera dell'attivista Fred Hampton, presidente della sezione dell'Illinois delle Pantere Nere, ucciso dall'Fbi, e John Boyega, poliziotto che lotta contro il razzismo negli anni Sessanta in Inghilterra nella miniserie “Small Axe” di Steve McQeen.

  • Catherine O'Hara è la migliore attrice protagonista di una serie comica televisiva. La serie Netflix "Schitt's Creek" aveva gia' fatto piazza pulita agli Emmy.

  • Ad Aaron Sorkin il premio per la miglior sceneggiatura in un film drammatico per "Trial of the Chicago 7". Il film di Netflix con Sasha Baron Cohen nella parte del padre degli yippies Abbie Hoffmann e' uno dei favoriti agli Oscar.

  • Super premiata The Crown, la quarta stagione della serie sulla famiglia reale ha vinto come miglior serie drammatica e per i suoi attori. Premiati Emma Corrin per il suo ritratto della principessa Diana, Josh O'Connor, il principe Carlo è stato premiato come miglior attore in una serie drammatica e Gillian Anderson  è stata premiata per il suo ruolo di Mrs T come la chiama lei, cioè Margaret Thatcher. 

  • Come miglior attore di una serie drammatica invece ha vinto Mark Ruffalo (I Know This Much Is True – Un volto due destini).

  • Ottimo risultato anche per la serie La Regina degli scacchi, Anya Taylor Joy  ha vinto come miglior attrice.


Golden Globe 2021, chi ha vinto nella sezione cinema

Ecco la lista dei vincitori dei Golden Globes

  • "Minari" e' il miglior film straniero del 2020. Fuori gioco "la Vita davanti a sé" di Edoardo Ponti che era entrato nella cinquina delle nomination. Scritto e diretto da Lee Isaac Chung, il film semi-autobiografico racconta la storia di una famiglia sudcoreana che cerca di ricrearsi una vita nell'America rurale degli anni Ottanta. 

  • "Borat Subsequent Movie Film" è il miglior film comico dell'anno: Sasha Baron Cohen ha accettato il Golden Globe ringraziando "la giuria tutta bianca" della Hollywood Foreign Press e rendendo omaggio alla sua co-star, la giovanissima attrice bulgara Maria Bakalova: "Senza di lei questo film sarebbe stato impossibile"

  • La miglior attrice di commedia è Rosamund Pike, per il film "I care a lot". "Oh ladies santo cielo vi rendo omaggio - ha detto l'attrice - grazie di cuore di aver riconosciuto l'aspetto dark della nostra commedia".

  • Miglior attrice protagonista è l'esordiente Andra Day nel ruolo di Billie Holiday nel film che racconta la persecuzione dell'Fbi nei confronti della cantante afroamericana.

  • Il premio per il miglior attore è andato a Chadwick Boseman, ex Black Panther Marvel che nel film Ma Rainey's Black Bottom interpreta il rivale artistico di Ma Rainey, il trombettista Levee, un talento, con un carattere difficile per la violenza subita, l’interpretazione potrebbe valergli un riconoscimento postumo. Commossa la moglie di Boseman: "Se lui fosse qui ringrazierebbe il Signore e il suo team. Tesoro sei sempre con me”.  

  • A Jodie Foster il premio come migliore attrice non protagonista per  The Mauritanian.

  • Soul è il  miglior cartoon: "La vita è come il jazz, non possiamo controllarla ma possiamo tirarne fuori qualcosa di bello” , dice il regista d Pete Docter.

 

Tra gli sconfitti Mankche, che aveva 6 nomination, e non ha portato a casa nulla neanche Una donna promettente.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA