Aiuti per gli autonomi

Bonus 1000 euro autonomi, turismo stagionali in arrivo nel Dl Sostegni

Misure per i lavoratori nel decreto Sostegni di prossima approvazione: cig Covid, proroga blocco licenziamenti e bonus 1000 euro autonomi, stagionali

Bonus 1000 euro autonomi, turismo stagionali in arrivo nel Dl Sostegni

Il decreto Sostegni, ex Ristori 5, conterrà importanti misure per il lavoro, con la proroga della cassa integrazione Covid fino alla fine dell’anno e il blocco dei licenziamenti spostato a giugno 2021 in attesa della Riforma degli Ammortizzatori sociali a cui sta già lavorando il ministro del Lavoro Andrea Orlando con le parti sociali.

 

Il provvedimento da 32 miliardi di euro conterrà anche aiuti per le categorie di lavoratori autonomi e stagionali, con un bonus 1000 euro riservato anche alle Partite Iva e agli intermittenti.

 

Nel Dl Sostegni nuove misure per il lavoro: proroga cig, blocco licenziamenti, bonus 1000 euro

Entro la fine della settimana dovrebbe essere varato il tanto atteso decreto Sostegni, ex Ristori 5, primo provvedimento del governo Draghi contenente aiuti ed indennizzi per le perdite legate al Covid nella prima parte del 2021.

 

Nel testo ci saranno contributi a fondo perduto, una proroga delle cartelle esattoriali e nuova pace fiscale 2021, una proroga della cassa integrazione Covid e del blocco dei licenziamenti, nuove mensilità per il Reddito di cittadinanza ed emergenza e aiuti alle famiglie per i figli a casa sottoforma di congedi parentali e bonus baby sitter.

 

In lista anche un bonus 1000 euro per Partite Iva, autonomi, stagionali del turismo e non, lavoratori in somministrazione e intermittenti.

 

Decreto Sostegni: bonus 1000 euro per Partite Iva, stagionali, autonomi, intermittenti

In arrivo con il decreto Sostegni nuove misure per il lavoro, contributi per aiutare i lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi economica Covid, con la proroga della cassa integrazione per tutto il 2021 e il blocco dei licenziamenti spostato a giugno 2021.

 

Previsti anche aiuti per i lavoratori non dipendenti, con un bonus 1000 euro per Partite Iva, stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, autonomi ed occasionali, intermittenti, o incaricati di vendite a domicilio.

 

Si parla di un indennizzo fino a 3.000 euro per i primi tre mesi del 2021, con le categorie coinvolte dalle chiusure lasciate senza indennizzi a causa della crisi di governo.

 

Potrebbero venire incluse anche le Partite Iva iscritte alla Gestione separata, con un limite massimo di fatturato entro i 50 milia euro l’anno.

 

L’approvazione del decreto Sostegni dovrebbe avvenire entro la fine della settimana, a metà marzo 2021, calcolando i tempi tecnici il bonus non arriverà prima della metà di aprile 2021.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA