E’ ancora emergenza

Stato di emergenza, si va verso una proroga a fine settembre 2021

Il governo Draghi sta valutando una nuova proroga dello stato di emergenza attualmente in vigore fino al 30 aprile. Potrebbe arrivare fino al 30 settembre

Stato di emergenza, si va verso una proroga a fine settembre 2021

Mentre ci si prepara ad affrontare la terza ondata di contagi Covid, ad un anno esatto dalla prima, il governo Draghi sta valutando la possibilità di estendere ancora lo stato di emergenza.

 

Il provvedimento è attualmente in vigore fino al 30 aprile 2021 ma potrebbe essere allungato di altri cinque mesi, fino al 30 settembre per superare la fase critica e gestire al meglio la pandemia.

 

Stato di emergenza: allo studio l’ennesima proroga per superare la fase critica

Al vaglio del nuovo esecutivo Draghi una nuova proroga dello stato di emergenza, visto che non siamo ancora usciti dall’incubo pandemia, anzi rischiamo di ricascarci in pieno con l’arrivo di una terza ondata di contagi.

 

Il governo sta studiando un nuovo Dpcm con ulteriori misure restrittive anti-Covid, che escludono un lockdown nazionale e prevedono un sistema a zone che si tinge automaticamente di rosso nei casi più gravi, vale a dire con 250 contagi ogni 100 mila abitanti. Previsto anche un lockdown nazionale nei weekend e una ulteriore stretta per le zone gialle e arancioni.

 

Lo stato di emergenza, scattato la prima volta il 31 gennaio 2020 per 10 comuni lombardi e veneti, è stato di volta in volta prorogato, prima al 31 luglio 2020, poi al 15 ottobre 2020, al 31 gennaio 2021 ed infine al 30 aprile 2021.

 

Previsto un ennesimo rinvio, fino al 30 settembre 2021 con l’esecutivo Draghi mentre il precedente governo Conte bis stava pensando ad una proroga sino al 31 luglio 2021.

 

Stato di emergenza fino al 30 settembre 2021: cosa significa

Ricordiamo che in passato l’allora presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, era stato di volta in volta duramente criticato dalle forze all’opposizione per le varie proroghe dello stato di emergenza e che ora gli stessi partiti fanno parte del nuovo esecutivo Draghi.

 

Ricordiamo anche che grazie allo stato di emergenza il governo assume poteri speciali che gli consentono ad esempio di emanare Dpcm senza passare per il Parlamento, chiudere le frontiere bloccando l’ingresso in Italia da altri Paesi, prolungare lo smart working senza la necessità di accordi individuali, anticipare il pagamento delle pensioni e scaglionarlo per evitare assembramenti agli sportelli postali, assegnare poteri speciali alla Protezione civile e ad altri soggetti come il Commissario straordinario per l’emergenza Covid e il Comitato tecnico scientifico.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA