Il bonus famiglie

Assegno unico figli 2021: ok Commissione Senato. Quando arriva

Via libera della Commissione Lavoro al Senato al ddl delega che istituisce l’assegno unico per i figli. Per ok definitivo si attende solo voto del Senato

Assegno unico figli 2021: ok Commissione Senato. Quando arriva

Sono ripresi i lavori per l’assegno unico o universale 2021 per i figli a carico, che a partire dal 1 luglio 2021 andrà a sostituire tutti i precedenti contributi ed aiuti per le famiglie.

 

Dopo l’ok della Commissione Lavoro al Senato al ddl delega che istituisce l’assegno unico per i figli si attende solo l’ultimo voto dell’Aula del Senato per il via libera definitivo.

 

Cos’è l’assegno unico o universale 2021 e a chi spetta?

 

Assegno unico e universale 2021, Bonetti: ripartono i lavori

Ripartono oggi con il voto in Commissione Lavoro al Senato i lavori per l’assegno unico e universale. Andiamo avanti perché dal 1 luglio ogni bambino del nostro Paese possa contare su questa misura strutturale, attesa da anni. È il primo pezzo del #FamilyAct che realizziamo e consentirà alle famiglie di progettare su una base di certezza le scelte per il futuro dei nostri figli”, con questo post su Facebook la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti ha comunicato la ripresa delle attività sull’assegno universale per i figli a carico.

 

Ottenuto il via libera della Commissione al ddl delega che istituisce l’assegno unico per i figli si attende solo l’ultimo voto dell’Aula del Senato per l’ok definitivo.

 

Il passaggio in commissione, con la convergenza di tutte le forze politiche è un segnale importante, conferma la volontà di dare un sostegno concreto alle famiglie, un investimento nell’educazione e anche un segnale di speranza per la ripartenza”, commenta la Bonetti.

 

Assegno universale 2021: cos’è e a chi spetta

L’assegno universale o universale 2021 per i figli a carico è un contributo unico mensile o un credito d’imposta che andrà a sostituire tutti i precedenti bonus e agevolazioni fiscali riconosciuti oggi alle famiglie con prole, come gli assegni familiari, le detrazioni per i figli a carico, il bonus bebè e bonus mamma.

 

L’assegno andrà a tutte le famiglie, compresi incapienti, autonomi e Partite Iva, che hanno figli a partire dal settimo mese di gravidanza e fino a 21 anni di età.

 

L’importo dell’assegno unico unico varierà in funzione dell’ISEE del nucleo familiare, con valori che potrebbero partire dai 200 euro mensili a figlio.

 

Previste maggiorazioni per i figli successivi al secondo e per quelli con disabilità, in quest’ultimo caso la maggiorazione andrà dal 30% al 50% in base al grado di disabilità con il contributo senza limiti di età.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA