Sconti dal Fisco

Pace fiscale 2021: come funziona il nuovo condono cartelle esattoriali

Il sottosegretario all’Economia Durigon annuncia che con il decreto Sostegni saranno cancellate 65 milioni di cartelle esattoriali: come funziona il condono

Pace fiscale 2021: come funziona il nuovo condono cartelle esattoriali

Il condono delle cartelle esattoriali conquista l’attenzione degli italiani, con il centrodestra che si batte per uno stralcio degli atti fiscali a maglie larghe per dare ampio respiro ad imprese e famiglie in difficoltà.

La pandemia, infatti, non accenna a mollare la presa, tanto da ripresentarsi dopo un anno con una virulenza in crescita a causa delle varianti Covid.

 

In arrivo con il decreto Sostegni una pace fiscale 2021, con proroga delle cartelle, una rottamazione quater e nuovo saldo e stralcio.

Sembra ormai deciso anche un maxi-condono delle cartelle esattoriali dal 2000 al 2015, anche se non si conosce ancora l’importo massimo dei debiti da stralciare.

 

Come funziona il condono delle cartelle esattoriali contenuto nel decreto Sostegni?

 

La pace fiscale 2021 del Dl Sostegni: proroga, rottamazione quater, saldo e stralcio e condono

Attesa per la prossima settimana l’approvazione del decreto Sostegni, provvedimento da 32 miliardi di euro (forse 40 in caso di un nuovo scostamento di bilancio), con contributi a fondo perduto generalizzati, bonus 1000 euro, proroga cig Covid e blocco licenziamenti, proroga Naspi, Reddito cittadinanza ed emergenza, nuovi congedi parentali e bonus baby sitter e un intero capitolo dedicato alla pace fiscale 2021.

 

Il Fisco intende allentare la presa sugli italiani, per lasciare loro un po’ di tregua vista la difficile situazione economica che si è venuta a creare con la pandemia da Coronavirus e in questi ultimi mesi con le sue varianti altamente contagiose.

 

Al centro della discussione dell’esecutivo il condono delle cartelle esattoriali dal 2000 al 2015 per definirne i dettagli. La pace fiscale 2021 del decreto Sostegni dovrebbe contenere anche una proroga del pagamento delle rate della rottamazione ter e delle cartelle relative agli anni 2020 e 2021 nell’arco temporale di due anni, una rottamazione quater e un nuovo saldo e stralcio, ossia una nuova definizione agevolata con sconti e tagli degli importi per i soggetti in difficoltà economica, i cosiddetti “morosi incolpevoli”, persone che hanno perso il lavoro o che hanno registrato significativi cali di fatturato causa Covid.

 

Nel decreto Sostegni un maxi-condono delle cartelle esattoriali: come funziona

Il sottosegretario all’Economia, Claudio Durigon, ha affermato che con il decreto Sostegni finalmente 65 milioni di cartelle esattoriali saranno cancellate, riferendosi ai carichi dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione (AdeR) notificati dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 entro una determinata soglia ancora da stabilire.

 

Queste le ipotesi più accreditate per il maxi-condono 2021:

  • a 3 mila euro, con un costo pari a 730 milioni;

  • a 5 mila euro, con un costo pari a 930 milioni;

  • a 10 mila euro, con un costo pari a 1,53 miliardi;

  • a 30 mila euro, con un costo pari a circa 2 miliardi e 50 mila euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA