Premi per i migliori

Brunetta promette due bonus Pubblica Amministrazione per chi lo merita

In arrivo due nuovi bonus per i dipendenti statali con il rinnovo del contratto Pubblica Amministrazione, oltre ad aumento stipendio: parola di Brunetta

Brunetta promette due bonus Pubblica Amministrazione per chi lo merita

Dopo la sigla dell’accordo quadro tra governo e sindacati per la Riforma del settore pubblico il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, parla dell’aumento di stipendio di 107 euro ma anche di bonus dipendenti statali.

 

Non si parla più di “fannulloni”, dunque, ma di lavoratori statali da premiare, solo se se lo meritano.

 

PA, Brunetta aumenta stipendio a statali e introduce bonus

107 euro lordi in più in busta paga per gli statali come era stato deciso dalla precedente amministrazione Madia. Il nuovo ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sembra essere d’accordo con la linea tracciata dal precedente esecutivo sul settore pubblico in tema di stipendi ma sembra anche intenzionato a premiare i dipendenti pubblici più meritevoli.

 

Dopo aver siglato l’accordo quado per la Riforma della Pubblica amministrazione in tema di concorsi, assunzioni anche a tempo determinato, sblocco del turn over e smart working, il titolare di Palazzo Vidoni Caffarelli sembra intenzionato a sborsare fino a 700 milioni di euro per premiare i dipendenti pubblici che nel tempo hanno visto crescere le loro competenze e le loro mansioni senza vedersi corrispondere un aumento di stipendio.

 

Brunetta ha parlato di sblocco dei livelli professionali per l’avanzamento di carriera, con l’intenzione di mettere il settore pubblico al passo con quello privato.

 

Brunetta promette bonus merito per gli statali che se lo meritano

Il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sembra essere ben disposto verso i dipendenti statali, ma solo per coloro che se lo meritano.

 

Il ministro della PA promette ben due bonus per gli statali con il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici:

  • un bonus annuale eccellenze da assegnare alle performance eccellenti individuate in non più del cinque per cento del personale, dirigenziale e non, che si è collocato nella fascia di merito alta;

  • un premio per l’innovazione riservato ai dipendenti pubblici che proporranno soluzioni in grado di rendere più efficienti i servizi ai cittadini ed alle imprese, allo scopo di premiare il miglior progetto che ha prodotto un “significativo cambiamento dei servizi offerti o dei processi interni di lavoro, con un elevato impatto sulla performance dell’organizzazione”.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA