Merkel sconfitta

Germania al voto alle regionali: crollo per la Merkel, avanti i verdi

Duro colpo per la Cdu della Cancelliera, che crolla nelle roccaforti storiche. La sconfitta arriva a sei mesi dalle elezioni del prossimo 26 settembre

Germania al voto alle regionali: crollo per la Merkel, avanti i verdi

L’uscita di scena di Angel Merkel rischia di essere all’insegna di una sconfitta. Il voto alle regionali ha segnato, infatti, una debacle per il partito della Cancelliera, la Cdu, che ha perso i due delle storiche roccaforti: il Baden Wuerttemberg e la Renania Palatinato.

Avanti i Verdi, per i quali si intravede la possibilità di una coalizione con Spd e liberali, che esclude i cristiano-democratici.

 

Doppia sconfitta per la Cdu di Merkel

La Cdu, la formazione cristiano-democratica di Angela Merkel, ha segnato il peggior risultato nella storia dei rispettivi Laender dove è stato sconfitto, Baden Wuerttemberg e Renania Palatinato. Nel primo caso i Verdi, già al Governo con Winfried Kretschmann, si collocano intorno al 32% ottenendo così anche la percentuale più alta mai raggiunta sia a livello territoriale che nazionale. “Quella di stasera è una grande vittoria dei Verdi nel Baden-Württemberg – ha commentato il leader Robert Habeck, intervistato dalla Zdf – E questo senza nulla togliere alla figura eccezionale di Wienfried Kretschmann”.

“Non è una buona serata per la Cdu” ha invece ammesso il segretario generale della Cdu, Paul Ziemiack. Staccata, infatti, la candidata della Cdu, Susanne Eisenmann, ferma al 23,5%, dunque in calo rispetto al 27% ottenuto alle precedenti consultazioni dal suo partito. La Spd si è attesta a un risultato di poco superiore all'11%, mentre i liberali dell'Fdp hanno registrato il 10,7. Da tenere d’occhio anche i consensi ottenuti dalla formazione di estrema destra dell’Afd, al 10,5% nonostante il partito sia stato messo sotto indagine a livello nazionale dai servizi segreti interni dell'Ufficio federale per la difesa della Costituzione.

 

L’ex fortino Cdu va all’Spd

Risultati analoghi anche nell’altro ex fortino della Cdu, la Renania Palatinato, guidato per 18 anni dai cristiano-democratici. Qui ha vinto la Spd con Malu Dreyer che, secondo le ultime proiezioni dell'Ard, ha raggiunto il 35,7% dei consensi contro il 26,8% della Cdu, che cinque anni fa contava invece sul 31,8%.

In Renania, però, più limitato il risultato dei Verdi, all’8%; i liberali hanno ottenuto il 5,9%, ma sono riusciti a entrare per la prima volta nel “parlamentino regionale”. Fuori, invece, la Linke, il partito della sinistra.

 

Verso le federali di settembre

Ora si guarda all’appuntamento elettorale del 26 settembre, per le federali. A pesare sulla Cdu di Merkel, che comunque non si ricandiderà, è lo scandalo delle tangenti per le mascherine inviate all’Azerbaigian che ha portato alle dimissioni dei deputati Nikolas Loebel e Georg Nusslein. Solo i due Laender dove si è votato per le regionali valgono quasi un quinto della popolazione totale del Paese, ma in vista del voto autunnale al Bundestag la formazione di governo dovrà affrontare anche il voto in Assia, per il rinnovo delle cariche comunali.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA