Punto vaccini

Covid, Curcio e Figliuolo vaccinati con Astrazeneca. Dosi in arrivo

Il capo della Protezione Civile Curcio e il Commissario straordinario per l’emergenza Figliuolo hanno ricevuto il vaccino. Il piano vaccinale va avanti

Covid, Curcio e Figliuolo vaccinati con Astrazeneca. Dosi in arrivo

Si sono vaccinati oggi, sabato 20 marzo, il Commissario straordinario per l'emergenza Covid, Francesco Figliuolo, e il Capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, come da programma.

Hanno ricevuto la dose Astrazeneca al drive through della Difesa alla Cecchignola, a Roma, aspettando in fila assieme ad altri cittadini e militari il proprio turno, e seguendo i regolari protocolli per la somministrazione.

 

Astrazeneca, riprese le vaccinazioni dopo lo stop

Mario Draghi, durante la conferenza stampa di venerdì 19 marzo sul decreto Sostegno, ha sottolineato che non si è ancora prenotato, ma che farà il vaccino Astrazeneca.

Le vaccinazioni infatti sono riprese dopo l'ok di Ema, che ha rassicurato sull'efficacia del siero.

I quattro giorni di pausa in via precauzionale hanno fatto saltare in generale circa 200mila somministrazioni, che il governo conta di recuperare in due settimane, ampliando gli orari per le vaccinazioni.


Intanto 344mila dosi del vaccino di Moderna sono in arrivo tra oggi e domani in Italia presso nell'hub militare di Pratica di Mare: le dosi saranno poi distribuite nelle vari Regioni. Mentre l'invio di Astrazeneca, slittato a causa della sospensione, verrà recuperato il 24 marzo, per un totale di 279mila dosi.

 

Figliuolo: “Il piano vaccinale va avanti”

Il generale Figliuolo, intervistato dopo la vaccinazione, ha confermato che il piano vaccinale prosegue, sottolineando che, nonostante i 4 giorni di stop del vaccino Astrazeneca, i cittadini hanno reagito molto bene.

"In alcune regioni l'annullamento delle prenotazioni dei vaccini con AstraZeneca è stato del 20%, in altre del 10% e in altre ancora non c'è stato. Quindi il differenziale è praticamente zero" ha dichiarato Figliuolo.

Il Commissario per l’emergenza ha inoltre evidenziato che per fine mese arriveranno 7 milioni di dosi di vaccini, a fronte dei 6,5 milioni già ricevute tra gennaio e febbraio; anche i centri vaccinali stanno aumentando.

 
Per quanto riguarda il vaccino Johnson & Johnson, la consegna di una prima tranche è prevista nella seconda metà di aprile, quando l'obiettivo fissato è la somministrazione di 500mila dosi al giorno. Altre dosi Pfizer, spiega Figliuolo, arriveranno nei prossimi giorni.

 

Continua il lavoro con le Regioni, in collaborazione con la Protezione Civile e la Difesa, in modo da individuare i “colli di bottiglia” e risolverli.
Per fine settembre l'obiettivo è vaccinare l'80% della popolazione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA