DL Sostegni 2021

Rottamazione quater 2021 ultimissime: solo Avvisi bonari Partite IVA

Nel Dl Sostegni Rottamazione quater 2021 c’è la sanatoria avvisi bonari per le Partite IVA che hanno perso più del 30% del volume d’affari nel 2020 sul 2019

Rottamazione quater 2021 ultimissime: solo Avvisi bonari Partite IVA

Nel Decreto Sostegni 2021 pubblicato in Gazzetta Ufficiale ieri, è previsto tra le varie misure un'importante novità a favore delle partite IVA. All'articolo 4 - pace fiscale 2021 c’è, infatti, la cd. sanatoria degli avvisi bonari a carico delle Partite IVA che, a causa della crisi economica dovuta alla pandemia da Covid-19, hanno perso oltre il 30% del volume d'affari del 2020 rispetto a quello dell'anno precedente. Tale riduzione deve emergere dalla dichiarazione annuale Iva relativa al periodo d'imposta 2020 e che si trovano con importi non pagati o pagati parzialmente di tributi e contributi previdenziali.

Si tratta dunque di una rottamazione-quater a maglie strette visto che la definizione agevolata è limitata alle comunicazioni di irregolarità emerse tramite controlli automatizzati e relative ai periodi di imposta 2017-2018 elaborate entro il 2020 e non notificate a causa della sospensione della riscossione oppure quelle che saranno elaborate entro il 2021.

 

Rottamazione quater 2021 su avvisi bonari Partite IVA:

Nel testo del decreto Sostegni pubblicato in GU è prevista la rottamazione quater 2021 per gli avvisi bonari a carico delle partite IVA. Per accedervi occorre essere in possesso di determinati requisiti che sono:

  • partita Iva attiva alla data di entrata in vigore del decreto, ovvero da oggi 23 marzo 2021 in quanto il decreto in GU entra in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione;

  • aver subito una riduzione maggiore del 30% del volume d'affari del 2020 rispetto a quello dell'anno precedente. La riduzione deve emergere dalla dichiarazione annuale Iva relativa al periodo d'imposta 2020. Per i soggetti non tenuti alla presentazione, va considerato l'ammontare dei ricavi e/o compensi che emergono dalle dichiarazioni dei redditi del periodo di imposta 2020.

 

Rottamazione quater avvisi bonari Partite IVA come funziona:

La rottamazione quater 2021 avvisi bonari per le Partite IVA consiste nell'abbattimento delle sanzioni e delle somme aggiuntive richieste con le comunicazioni di irregolarità, in particolare si tratta delle comunicazioni dell'Agenzia delle entrate:

  • per il periodo d'imposta 2017 elaborate entro il 31 dicembre 2020 ma non inviate a causa sospensione termini per il Covid;

  • per il periodo d'imposta 2018 che dovranno essere elaborate entro il 31 dicembre 2021.

L’Agenzia delle Entrate invierà dunque al contribuente una comunicazione formale via PEC o tramite raccomandata, con la proposta di definizione agevolata sulla base dei dati delle Dichiarazioni IVA 2021 o dalle dichiarazione dei redditi 2017/2018 per i soggetti non obbligati ad inviarla, in base alle quali si procederà a valutare il requisito della perdita di volume d’affari.

 

In caso di adesione alla rottamazione quater avvisi bonari, il titolare della Partita IVA dovrà procedere al pagamento, secondo le ordinarie modalità di riscossione delle somme dovute in seguito a controlli automatici, ovvero entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. In caso di mancato o parziale pagamento delle somme dovute alle scadenze, la definizione decade e si dovranno pagare le sanzioni e gli interessi.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA