Il rientro

Zaniolo, il rientro dopo l’infortunio. Le parole del padre Igor

Zaniolo vuole esserci in questo finale di stagione, con l’ambizione di poter partire con gli azzurri per l’Europeo. Suo padre Igor ha commentato il momento.

La corsa contro il tempo di Zaniolo prosegue. Il centrocampista della Roma è alle prese con il suo secondo infortunio al crociato e, a dieci giornate dalla fine il tempo inizia a stringere. Andato k.o. nella partita di Nations League contro l'Olanda dello scorso 7 settembre, come fatto sapere la Roma in una nota ufficiale "la lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro" . 

 

Dopo l'operazione fatta in Austria a cui si è sottoposto qualche giorno dopo l’infortunio, è iniziata per Zaniolo una lunga e prudente fase di riabilitazione: era stimato un tempo di  sei mesi il rientro in campo del gioiello. Il giocatore è tornato ad allenarsi in campo, cominciando a correre sul prato verde di Trigoria per riprendere confidenza. Adesso è entrato nell’ultima parte del recupero, quella che precede il ritorno in gruppo, previsto per fine marzo. In una recente intervista in televisione ha anche rivelato di avere anche una data indicativa per rimettere minuti nelle gambe.

Igor Zaniolo, padre di Nicolò, ha parlato anche del figlio e del suo rientro dopo l'infortunio al ginocchio sinistro dello scorso settembre ai microfoni di CalcioSpezia.it:

 

Le parole di Igor Zaniolo:

Zaniolo a maggio lo vediamo contro lo Spezia?

"Ormai vede la fine del tunnel, la fine di questo incubo. Dovrebbe rientrare il 20 aprile. Ha di fronte a sé tutto il mese di maggio anche perché Spezia-Roma è l’ultima della stagione il 23 maggio e quindi ti direi di sì che al “Picco” ci sarà".

 

Dopo lo Spezia il 23 maggio c’è anche un Europeo che lo attende? Ci arriverà?

"È oggettivamente una corsa contro il tempo, lui ci vuole provare e il mister lo aspetta, ma le cose vanno fatte con la testa. Il mister vedrà se è meglio non rischiarlo per un mini campionato dove ogni tre giorni si gioca. Lui ci vuole essere, altrimenti penserà al Mondiale dell’anno prossimo".

 

Chiudiamo gli occhi: tra quindici anni quasi al crepuscolo di una grande carriera Nicolò Zaniolo abbraccia lo Spezia e chiude con la maglia che era stata del padre anni prima

"Partiamo dal fatto Nicolò con la maglia dello Spezia ha disputato una sola stagione a livello di Settore Giovanile. Se ci penso sarebbe davvero un bel finale di carriera, per me che ho indossato questa maglia sarebbe un sogno. Diciamo che potenzialmente dopo una carriera ai massimi livelli, come mi auguro, sarebbe davvero bellissimo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA