Calendario RdC

Reddito di cittadinanza marzo 2021: pagamento in corso. Il calendario

Reddito di cittadinanza pagamento dal 27 marzo 2021, ecco come verificare online l’accredito della ricarica RdC, chi non la riceverà e chi l’avrà doppia

Reddito di cittadinanza marzo 2021: pagamento in corso. Il calendario

Il pagamento del reddito di cittadinanza del mese di marzo 2021 è in corso per tutti i beneficiari RdC in regola con l'Isee aggiornato al 2021 e per coloro che non rientrano nella sospensione dei pagamenti di un mese in caso di rinnovo della domanda.

Ma qual è la data di ricarica RdC di marzo? Come ogni mese le disposizioni di pagamento del reddito di cittadinanza sono inviate dall'Inps a Poste Italiane verso il 22-24 del mese con successivo accredito dei soldi sulle Carte RdC a partire dal 27 del mese e non oltre alla fine del mese corrente.

In particolare nel mese di marzo il giorno della ricarica è il 27 marzo ma cadendo di sabato, i pagamenti del reddito di cittadinanza potrebbero essere anticipati ad oggi venerdì 26 marzo 2021. Ecco il calendario pagamenti Inps marzo 2021.

 

Reddito di cittadinanza pagamento dal 27 marzo 2021:

Il pagamento del reddito di cittadinanza di marzo 2021 è in corso, ma potrebbe essere anticipato rispetto a sabato 27.

Ecco comunque in via generale le date di pagamento Inps per il reddito di cittadinanza di marzo 2021:

- Per chi ha presentato la domanda RdC prima di marzo 2021: il pagamento della ricarica è in arrivo dal 27 marzo 2021.

- Per chi ha presentato la domanda RdC entro il 28 febbraio: le disposizioni di pagamento sono già state inviate a partire dal 15 marzo 2021 a Poste Italiane che ha curato anche la distribuzione della card con già accreditata la somma spettante di RdC.

- Per chi ha presentato la domanda di rinnovo RdC entro il 28 febbraio 2021: il pagamento è già avvenuto dal 15 marzo 2021 .

Ecco invece quanto spetta: tabella importi reddito di cittadinanza 2021.

 

Pagamento reddito di cittadinanza marzo: come verificare la ricarica

I beneficiari del reddito di cittadinanza che vogliono verificare da soli la data del pagamento di marzo 2021, possono farlo accedendo all’area riservata dedicata del: 

  • sito INPS, con SPID, CIE o CNS.

  • sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.

Reddito di cittadinanza come verificare il saldo di marzo:

Per conoscere il saldo della carta reddito e pensione di cittadinanza ci sono 4 modi:

  • tramite gli sportelli bancomat di Poste o banca: inserendo quindi la carta e digitando il Pin segreto, è possibile conoscere il saldo carta;

  • chiamando il numero verde delle poste 800.666.888

  • registrandosi al sito di Poste: dall'area personale selezionando Carta RdC;

  • saldo carta rdc online accedendo al sito ufficiale Reddito di cittadinanza.gov con Spid, Identità Digitale.

 

Pagamento Reddito di cittadinanza marzo 2021, chi non lo riceve

I beneficiari che non ricevono il pagamento del reddito di cittadinanza di marzo 2021, sono coloro che avendo terminato le 18 mensilità a febbraio, devono attendere il mese di stop dei pagamenti imposto dalla legge, purché abbiano presentato una nuova domanda di rinnovo reddito di cittadinanza cosicché da far ripartire i pagamenti ad aprile.

 

Anche coloro che non hanno provveduto a presentare l'Isee 2021 aggiornato entro il mese di gennaio, non riceveranno il pagamento, in quanto è attiva dall'Inps la sospensione pagamenti RdC 2021 per mancato rinnovo dell'ISEE. Tale sospensione dei pagamenti RdC viene attuata fino a quando non sarà consegnato l'ISEE.

 

Per chi invece ha provveduto a consegnare l'ISEE 2021 aggiornato a febbraio, riceverà un doppio pagamento del reddito di cittadinanza. Il recupero della mensilità sospesa è arrivata a metà del mese di marzo.

 

Sospensione Reddito di cittadinanza a marzo: per chi è?

Se la prima ricarica RdC è stata ricevuta a settembre 2019, le 18 mensilità sono terminate lo scorso mese. La nuova domanda può essere presentata già nel mese corrente ma bisognerà comunque osservare lo stop di un mese dei pagamenti a marzo. La ripresa degli accrediti sarà a partire dal 15 aprile ma solo in caso di accoglimento della domanda di rinnovo da parte dell'Inps.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA