Inps istruzioni Rem

Reddito di emergenza 2021: requisiti e domanda INPS. Prime istruzioni

Messaggio 1° aprile 2021, n. 1378 istruzioni INPS per presentare la domanda Rem 2021 dal 7 al 30 aprile, requisiti ISEE, a chi spetta. Ultimissime notizie

Il Reddito di Emergenza, quale misura straordinaria di sostegno al reddito, sarà riconosciuto e pagata ai beneficiari previa presentazione dell'apposita domanda per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021 ai nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19 e in possesso contemporaneamente dei requisiti di residenza ed economici, patrimoniali e reddituali, previsti dalla normativa vigente.

 

Le novità e le prime indicazioni sono state fornite dall'INPS nel Messaggio 1° aprile 2021, n. 1378 anche per quanto riguarda la modalità di presentazione della domanda all’INPS, che dovrà essere esclusivamente per via telematica, a partire dal 7 aprile ed entro il 30 aprile 2021. L'Istituto ricorda che al momento della presentazione della domanda il richiedente deve essere in possesso di una DSU.

 

Reddito di emergenza, le novità nel DL Sostegni:

In base a quanto previsto dal decreto Sostegni 2021 all'articolo 12, commi 1 e 2, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, sono state disposte tre quote di Reddito di emergenza (Rem) per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021.

Il beneficio sarà riconosciuto previa presentazione della domanda dai nuclei familiari in condizioni di difficoltà, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, e in possesso cumulativamente dei requisiti di residenza ed economici, patrimoniali e reddituali, previsti dalla normativa vigente.

 

Le novità introdotte al Rem 2021 dal decreto Sostegni riguardano l'ampliamento della platea dei beneficiari e quindi di nuovi requisiti che danno diritto al reddito di emergenza:

- nuclei familiari in condizione di difficoltà economica e in possesso dei requisiti previsti (comma 1); 

- a chi ha terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 la NASpI e la DIS-COLL, ed ha ISEE 2021, ordinario o corrente, non superiore a 30.000 euro. La misura in questo caso, è pari all’importo fisso di 400 euro mensili e sempre per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021, spetta in assenza del diritto al beneficio di cui al comma 1 e in alternativa ad esso.

 

Domanda Rem 2021 INPS: online dal 7 al 30 aprile

La domanda Rem 2021 può essere richiesto all’Inps entro la scadenza del 30 aprile 2021 e dovrà essere presentata esclusivamente on line attraverso i seguenti canali:

  • Inps (www.inps.it), autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;

  • Patronato di cui alla legge 30 marzo 2001, n. 152.

La domanda può essere trasmessa dal 7 al 30 aprile 2021. Si ricorda che il richiedente deve essere in possesso di una DSU valida al momento della presentazione della domanda.

 

Reddito di emergenza 2021 requisiti ISEE e residenza:

In base a quanto previsto dall’articolo 12, comma 1, del decreto-legge n. 41/2021, il Reddito di emergenza 2021 spetta ai nuclei familiari in possesso congiuntamente, al momento della presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • il richiedente deve essere residente in Italia al momento di presentazione della domanda. 

  • valore reddito familiare, con riferimento al mese di febbraio 2021, inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del beneficio, incrementata in caso di canone di locazione dichiarato in DSU, nella misura di un dodicesimo dell’ammontare annuo dello stesso;

  • valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2020 (verificato al 31 dicembre 2020) inferiore a 10.000 euro. Tale soglia è elevata di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino a un massimo di 20.000 euro. La soglia e il massimale sono incrementati di 5.000 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini ISEE.

  • valore ISEE, attestato dalla DSU valida al momento della presentazione della domanda, inferiore a 15.000 euro.

 

Reddito di emergenza NON spetta:

Il Rem 2021 non spetta in presenza di:

a) indennità COVID-19 di cui all’articolo 10 del decreto–legge n. 41/2021;

b) prestazioni pensionistiche, dirette o indirette, a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità e dei trattamenti di invalidità civile;

c) redditi da lavoro dipendente, la cui retribuzione lorda complessiva sia superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione alla composizione del nucleo;

d) Reddito e la Pensione di cittadinanza percepito al momento della domanda.

 

Requisiti Rem 2021 per NASPI e DIS-COLL:

In mancanza del possesso dei requisiti REM di cui al comma 1 dell’articolo 12, il DL Sostegni prevede la possibilità di riconoscere il beneficio a coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni NASpI e DIS-COLLe possono far valere un ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, inferiore a 30.000 euro e che siano residenti in Italia al momento di presentazione della domanda all'INPS. 

Per il diritto al Rem, è necessario che il membro del nucleo familiare che ha terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni previste dagli articoli 1 e 15 del decreto legislativo n. 22/2015 e ha un ISEE non superiore ai 30.000 euro, non sia titolare:

  • di indennità COVID-19;

  • alla data del 23 marzo 2021 di una prestazione pensionistica diretta o indiretta, a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;

  • alla data del 23 marzo 2021 di un contratto di lavoro subordinato, fatta eccezione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità, ovvero di un rapporto di co.co.co.

Inoltre, il Rem è incompatibile con il Reddito o la pensione di cittadinanza.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA