Domanda Rem

Reddito di emergenza 2021: domande Inps dal 7 al 30 aprile. Come fare

A partire da oggi, 7 aprile, e fino al 30 aprile 2021 si può presentare domanda all’Inps per tre mensilità del Reddito di emergenza varate con Dl Sostegni

Al via le domande per il Reddito di emergenza 2021: a partire da oggi, 7 aprile, si potranno presentare all’Inps le richieste per ottenere il sostegno economico per i nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica Covid-19.

 

C’è tempo fino al 30 aprile 2021. Come si fa domanda per ricevere il Reddito di emergenza 2021?

 

Reddito di emergenza 2021: requisiti, chi sono i beneficiari

Il Reddito di emergenza 2021 sarà riconosciuto a domanda, specifica l’Inps nel Messaggio n°1378 del 1° aprile 2021 contenente i termini e le modalità di presentazione delle domande di Rem.

 

La misura istituita nel 2020 con il decreto Rilancio è stata poi rinnovata nel corso dell’anno e per tre mensilità nel 2021 grazie al decreto Sostegni approvato a metà marzo.

 

Il beneficio che va da 400 a 800 euro mensili sarà riconosciuto ai nuclei familiari in condizioni di difficoltà, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, e in possesso cumulativamente dei requisiti di residenza ed economici, patrimoniali e reddituali, previsti dalla normativa vigente.

 

La normativa che ha regolamentato il Rem nel corso del 2020 è stata parzialmente innovata, prevedendo la possibilità di erogare il beneficio:

- ai nuclei familiari in condizione di difficoltà economica e in possesso dei seguenti requisiti (comma 1):

  • residenza in Italia al momento della domanda, verificata con riferimento al solo componente richiedente il beneficio;

  • un valore del reddito familiare inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio;

  • un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2020 (verificato al 31 dicembre 2020) inferiore a 10.000 euro. Tale soglia è elevata di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino a un massimo di 20.000 euro. La soglia e il massimale sono incrementati di 5.000 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza;

  • un valore ISEE, attestato dalla DSU valida al momento di presentazione della domanda, inferiore a 15.000 euro.

- a coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di percepire le prestazioni previste dagli articoli 1 e 15 del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22, ossia la NASpI e la DIS-COLL, e hanno un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in corso di validità, ordinario o corrente, non superiore a 30.000 euro. La misura in questo caso, erogata nell’importo fisso di 400 euro mensili e sempre per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021, spetta in assenza del diritto al beneficio di cui al comma 1 e in alternativa ad esso.

 

Termini e modalità di presentazione delle domande di Rem 2021

Il Rem 2021 può essere richiesto all’Inps a partire da oggi, 7 aprile, e fino al termine perentorio del 30 aprile 2021.

 

La domanda deve essere presentata esclusivamente on line attraverso i seguenti canali:

  • il sito internet dell’Inps, autenticandosi con PIN (si ricorda che l’INPS non rilascia più nuovi PIN a decorrere dal 1° ottobre 2020), SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;

  • gli Istituti di patronato.

 

Al momento della presentazione della domanda il richiedente dovrà essere in possesso di una DSU valida.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA