Lo stop alle armi

Usa, due nuove sparatorie. Biden: “Le armi sono un’epidemia”

Il presidente americano: “È imbarazzante. Basta preghiere, fermare le armi”. In Texas e South Carolina altri scontri a fuoco, muoiono un nonno e nipoti

Usa, due nuove sparatorie. Biden: “Le armi sono un’epidemia”

“La violenza armata in questo paese è un’epidemia”. A dichiararlo è stato il Presidente statunitense, Joe Biden, che ha sottolineato l’esigenza di intervenire con una legge che limiti il ricorso alle armi d’assalto. Parole alle quali, però, sono seguite due sparatorie in poche ore negli Usa, in particolare in South Carolina e poi in Texas. Dopo ore di caccia all’uomo, è stato arrestato il responsabile del secondo assalto.

 

Le due sparatorie

In Texas è terminata la caccia al responsabile di una sparatoria, avvenuta all’interno di un’azienda che produce arredamenti per la casa a circa 160 chilometri da Houston. Il presunto assalitore, identificato nella dalle autorità come Larry Bollin, è stato arrestato dopo diverse ore di ricerche. Si tratterebbe di un dipendente dell’azienda, di 27 anni. Il bilancio è di cinque i feriti, tra i quali alcuni in gravi condizioni. C’è stata anche una vittima.

L’episodio è seguito a uno analogo, in South Carolina. Qui un ex giocatore di Nfl, la Lega nazionale di football, era entrato in un’abitazione sparando e uccidendo cinque persone, tra le quali due bambini di 5 e 9 anni e un nonno.

Solo il giorno precedente il presidente Joe Biden aveva lanciato il proprio appello al Senato per l'approvazione di due proposte di legge per limitare la circolazione delle armi da fuoco nel Paese e introdurre controlli più severi.

 

Biden: stop ai fucili d’assalto

L’inquilino della Casa Bianca ha esortato a intervenire sull’uso delle armi e soprattutto sulla loro disponibilità. A preoccupare è la possibilità di dotarsi di fucili d’assalto: “La violenza armata in questo paese è un’epidemia” ha tuonato Biden, ripetendolo due volte e aggiungendo: “E’ un imbarazzo internazionale”.

Poi ha indicato la strada: “Dovremmo vietare le armi d’assalto e i caricatori ad alta capacità in questo Paese. In quei dieci in cui lo abbiamo fatto, il numero di sparatorie di massa è effettivamente diminuito. Anche i funzionari delle forze dell’ordine mi hanno detto e hanno raccontato ad altri sostenitori di questa legislazione che si sentono sopraffatti dalle armi d’assalto”. Da qui la necessità di approvare due proposte di legge per la loro limitazione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA