La pandemia nel mondo

Usa, rischio quarta ondata da varianti. Brasile contagi record

L’allarme lanciato dal virologo Anthony Fauci: “Inquietante il livello dei contagi”. Male il Brasile, Spagna verso lo stop alle mascherine. Il punto

Usa, rischio quarta ondata da varianti. Brasile contagi record

Nonostante il ritmo della campagna vaccinale sia elevato, con oltre 3 milioni di abitanti che hanno ricevuto una dose nelle ultime 24 ore, la situazione negli Usa continua a preoccupare. A lanciare l’allarme è stato il virologo Anthony Fauci, in occasione di una intervista alla CNN: l’esperto della Casa Bianca ha parlato di un “livello inquietante” di contagi e del concreto rischio di una quarta ondata pandemica.

Preoccupa anche la situazione in Brasile, dopo il nuovo record di vittime, che sono arrivate a 4.195 l'altro ieri.

In Europa, mentre la Francia resta con le scuole chiuse, in Germania si registrano oltre 25mila contagi, mentre in Spagna si pensa ad un allentamento delle misure, con lo stop all’obbligo di indossa la mascherina.

Ecco il punto sulla pandemia nel mondo

 

Fauci: rischio quarta ondata per le varianti

ll numero di nuovi contagi di coronavirus negli Usa si è stabilizzato a un "livello inquietante" e c'è il rischio di una "nuova ondata", come si teme in Giappone. Anthony Fauci, intervistato dalla CNN, ha commentato i dati della Johns Hopkins University, secondo la quale nelle ultime ore sono stati segnalati oltre 61mila nuovi casi di Covid.

Il virologo si è detto preoccupato per la mancanza di un calo sensibile nella diffusione del virus e in particolare per la segnalazione sempre maggiore di varianti, in linea con quanto sta avvenendo in Europa con la variante inglese.

"È quasi una gara tra vaccinare le persone e questa ondata che sembra voler aumentare" ha aggiunto Fauci, spiegando che "non è il momento, come ho detto tante volte, di cantare prematuramente la vittoria".

 

Brasile, vittime record

Il Brasile è alle prese con un’emergenza sanitaria senza precedenti. Se il 6 aprile si è registrato il record di vittime in assoluto, ben 4.195, il numero totale di decessi al 7 aprile era di oltre 340.700. I contagi sono 13.193.205, con un’incidenza di 6.278 casi ogni 100mila abitanti, e 162 vittime ogni 100mila abitanti. Numeri da record che si aggiungono al sovraffollamento negli ospedali con oltre il 90% dei posti in terapia intensiva già occupati in 21 delle 26 capitali di Stato del Brasile, come riferito dal quotidiano Folha de São Paulo. A rendere più critica la situazione sono proprio le varianti: nel Paese sono state isolate tutte le mutazioni conosciute a livello mondiale, ma si registra la nascita di nuove. Analizzando un campione di popolazione infetta, sono state trovate ben 18 varianti contemporaneamente.

 

La situazione in Europa

Di fronte alle pressioni degli operatori turistici, in Spagna è stato deciso lo stop all’obbligo di mascherina in caso di distanze superiori a 1,5 metri (ma va indossata sempre in spiaggia). In Polonia prorogato fino al 18 aprile il lockdown, mentre in Francia le scuole sono ancora chiuse. Se il Regno Unito si prepara ad aprire dal 12 aprile, in Germania si registrano oltre 25mila contagi nelle ultime 24 ore e quasi 300 vittime.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA