In pensione a 64 anni

Riforma pensioni 2022: Quota 102 per tutti. Novità e ultime notizie

In vista della scadenza naturale di Quota 100 si studiano nuove forme di flessibilità in uscita dal mondo lavoro. Al vaglio Quota 102: cos’è, come funziona

Riforma pensioni 2022: Quota 102 per tutti. Novità e ultime notizie

Da Quota 100 a Quota 102, questa potrebbe essere la misura di punta della Riforma delle Pensioni del ministro Orlando per l’uscita anticipata dal mondo del lavoro, con la pensione di vecchiaia fissata dalla Legge Fornero a 67 anni di età.

 

Vediamo insieme cos’è Quota 102 e come funziona e come cambieranno le pensioni in futuro.

 

Orlando alle prese con la Riforma delle Pensioni in vista scadenza Quota 100

Riforma delle Pensioni in vista entro la fine dell’anno, prima della naturale scadenza della misura sperimentale Quota 100 che permette ai lavoratori con 62 anni di età e 38 anni di contributi versati di uscire anticipatamente dal mondo del lavoro senza dover aspettare i 67 anni di età fissati dalla Legge Fornero per la pensione di vecchiaia.

 

Vale la pena ricordare che a fine 2021 a scadere non è solo Quota 100 ma anche Opzione Donna e altre anticipazioni pensionistiche.

 

Come cambieranno le pensioni in futuro? Il ministro del Lavoro Orando, alle prese con la Riforma degli Ammortizzatori Sociali in vista della fine del blocco dei licenziamenti, si sta occupando anche del tema delle Pensioni, incontrando le parti sociali per arrivare a trovare soluzioni condivise.

 

I sindacati spingono sulla necessità di mantenere una flessibilità in uscita dal mondo del lavoro attorno ai 62 anni di età mentre Confindustria chiede di mettere definitivamente la parola fine a Quota 100.

 

Sicuramente la misura che consente di andare in pensione a 62 anni e con 38 anni di contributi non verrà confermata, si ragiona piuttosto su altre ipotesi come quella di Quota 102.

 

Quota 102 allo studio del governo per Riforma delle Pensioni

La flessibilità in uscita dal mondo del lavoro è un’opzione che sembra piacere agli italiani: nel 2020 ben 170 mila persone ne hanno usufruito aderendo a Quota 100, Ape Sociale e Opzione Donna mentre negli ultimi nove anni i pensionati che sono riusciti a sottrarsi alla Legge Fornero sono stati 770 mila.

 

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ha confermato nei giorni scorsi l’alta adesione a Quota 100, pari a 250-300 mila persone.

 

Allo studio Quota 102, misura che consentirebbe di uscire in via anticipata dal mondo del lavoro a 64 anni di età e con 38 anni di contributi versati, con regole valide per tutti.

 

Inoltre, la flessibilità potrebbe essere garantita in futuro anche grazie ai fondi bilaterali di solidarietà per l’industria, il commercio, l’artigianato e l’agricoltura, che consentono ai lavoratori con problemi di salute, precoci, o con familiari a carico da curare di andare in pensione con un anticipo di 5 anni senza alcun costo per lo Stato, requisiti: 62 anni di età e 35 anni di contributi versati.

 

Al vaglio anche misure per i giovani “contributivi puri”, con la possibilità di ricevere l’integrazione al minimo su valori pari alla maggiorazione sociale e sul numero degli anni lavorati.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA