viaggi Covid-free

Treni Covid-free: pronti i due Frecciarossa sulla Roma-Milano

Il debutto il 16 aprile, con due convogli che non effettuano fermate. Per salire è richiesto un tampone negativo, effettuato anche in stazione presso la CRI

Treni Covid-free: pronti i due Frecciarossa sulla Roma-Milano

Niente rischi. Dal 16 aprile chi sale sui primi treni Covid-free può stare tranquillo che tutti i passeggeri, ma anche il personale di bordo, non è contagioso. A dimostrarlo è infatti un tampone che deve essere necessariamente negativo, pena l’impossibilità di partire. I primi due treni viaggiano lungo la tratta Milano-Roma senza fermate intermedie: alla velocità, però, uniscono appunto la sicurezza. Ma che fare se non si è avuta la possibilità di effettuare un test in modo autonomo? In questo caso è stata prevista la possibilità di sottoporsi a tampone anche direttamente in stazione, previa prenotazione, presso una tensostruttura della Croce Rossa italiana. Ecco come funziona.

 

Cosa sono i treni Covid-free

I primi sono stati i voli aerei messi a disposizione da alcune compagnie aeree, soprattutto per poter garantire i collegamenti intercontinentali (ma anche nazionali). Esattamente come per gli aerei, anche in questo caso è stato previsto un test negativo al Covid, da presentare al momento di salire a bordo. I passeggeri possono scegliere se mostrare un tampone (molecolare o antigenico) eseguito in autonomia – purché entro le 48 ore precedenti – oppure se avvalersi del servizio messo a disposizione da Ferrovie dello Stato e Croce Rossa italiana, direttamente in stazione.

 

Come prenotarsi sui treni Covid-free

I passeggeri dei treni Covid-free devono presentarsi in stazione a partire da 45 minuti prima della partenza dotati di un documento che attesta l’esito negativo del tampone. L’acquisto del biglietto segue le normali procedure con la differenza che il treno covid-free è contrassegnato dall’icona di un triangolino giallo accompagnata da un messaggio informativo. Se selezionato per la prenotazione, occorre specificare se si intende presentare una certificazione del tampone eseguito in autonomia o se si preferisce prenotare il test in stazione. In questo caso sarà fornito l’orario dell’appuntamento per la somministrazione con l’indicazione dell’anticipo richiesto. Una volta effettuato l’acquisto, tutti i dettagli saranno riportati sul biglietto stesso. A Roma Termini la tensostruttura della Croce Rossa si trova in corrispondenza delle Mura Serviane in piazza dei Cinquecento, mentre a Milano Centrale è situata al piano terra vicino all’ingresso della metro.

 

I primi treni

I primi treni sono due Frecciarossa: il primo con partenza da Roma Termini alle 8.50 e il secondo da Milano Centrale alle 18:00. Nonostante la garanzia di essere Covid-free, a bordo sarà rispettata la norma che prevede una capienza al 50%, come avviene su tutti gli altri convogli al momento in circolazione. Il servizio è stato pensato per “iniettare una dose di fiducia nei viaggiatori e favorire la ripresa del turismo” come spiegato dall’Amministratore delegato e direttore generale di Fs, Gianfranco Battisti.

L’idea è però quella di estendere il servizio anche ad altre tratte e destinazione, in particolare Firenze e Venezia in vista dell’estate.

 

Rimborsi in caso di negatività

Se il tampone dovesse risultare positivo, è previsto il rimborso al 100% del biglietto «anche se il cliente lo ha acquistato con tariffe scontate" come precisa FS. Le stesse indicazioni sono previste per i vaccinati.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA