Mobilità elettrica

Monopattini, la stretta: casco, vietati ai minori e dopo il tramonto

In arrivo una Riforma del Codice della strada con importanti novità per i monopattini: casco obbligatorio, divieto di utilizzo per minorenni e dopo tramonto

Monopattini, la stretta: casco, vietati ai minori e dopo il tramonto

I monopattini hanno conquistato le nostre città in pochissimo tempo, dimostrando di essere una soluzione valida di trasporto ma con tutta una serie di rischi annessi dovuti non solo al loro sconsiderato utilizzo.

 

Molti gli incidenti, spesso fatali, tali da rendere necessaria una Riforma del Codice della strada per disciplinare l’utilizzo del monopattino e di tutti quei nuovi micro-mezzi elettrici che circolano sulle nostre strade.

 

Monopattini: allo studio un Ddl sul riordino dei micro-mezzi elettrici

Al vaglio della Camera un disegno di legge per modificare il Codice della strada e renderlo più adeguato all’utilizzo delle nuove forme di mobilità alternativa.

 

Il Codice della strada è rimasto immutato da oltre 10 dieci anni, troppi considerata la svolta green che ha rivoluzionato gli spostamenti nelle grandi città, con monopattini e bici elettriche sempre più in voga al posto di auto, scooter e mezzi pubblici grazie anche agli investimenti del governo nel bonus mobilità. Vale la pena ricordare che per il bonus bici e monopattini sono stati stanziati 215 milioni di euro nel 2020.

 

Molte le novità e le regole sui monopattini in arrivo con la riforma del Codice della strada, vediamo quali.

 

Monopattini, regole: obbligo casco e divieto circolazione dopo il tramonto

Per rendere più sicura la circolazione dei monopattini sulle nostre strade si sta studiando una Riforma del Codice della strada, che potrebbe prevedere il divieto di utilizzo del mezzo da parte dei minorenni, l’obbligo del casco e del giubbotto catarifrangente e il divieto di circolazione dopo il tramonto.

 

Previsto anche un limite di velocità a 20 km/h e la possibilità di circolare solo sulle strade urbane con un limite di 30 km/h e sulle piste ciclabili.

 

Riguardo al parcheggio, potrebbe arrivare un divieto di sosta sui marciapiedi, con possibilità di rimozione.

 

Si parla anche dell’ipotesi copertura assicurativa obbligatoria, proposta già scartata nel 2019 ma che ora torna in auge vista l’aumento del numero di incidenti che vede coinvolti bici e monopattini. Secondo l’Asaps - Associazione sostenitori e amici della polizia stradale nel primo trimestre 2021 sono morti circa 44 ciclisti rispetto ai 37 dei primi mesi del 2019 e alle 33 vittime del 2018.

 

Si preannuncia una protesta da parte del popolo dei monopattini, tanto più feroce quanto saranno rigide le regole.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA