Occhio al WhatsApp “rosa”

WhatsApp Pink: cos’è e quali i rischi dietro la novità versione “rosa”

Gli esperti avvertono attenzione a non scaricarla, specie con Android. Si tratterebbe di un sistema in grado di impossessarsi dati e informazioni personali

WhatsApp Pink: cos’è e quali i rischi dietro la novità versione “rosa”

Niente più verde, ma rosa. Un colore accattivante, soprattutto per la platea di utenti donne. La nuova e falsa versione di WhatsApp si presenta proprio in “pink”, ma occorre fare attenzione. Si tratterebbe di un nuovo trucco per entrare in possesso di milioni di dati e informazioni personali di chi scarica quello che in realtà sarebbe un virus.

 

WhatsApp Pink: cos’è

Il suo nome indica appunto la colorazione con cui appare la nuova versione del social network. Ad “ingolosire”, oltre al colore, è il messaggio con cui gli utenti sono stati invitati, in questi giorni, a scaricare il “nuovo” WhatsApp: poche righe con le quali si esorta a visitare una pagina web che conterrebbe tutte le informazioni dell’interfaccia rosa. Ma si tratterebbe di un inganno, come spiegato da un video pubblicato su Twitter da un esperto di informatica, Rajshekhar Rajaharia.

 

Attenzione alla versione rosa (falsa)

Il filmato mostra come, una volta scaricata la App, questa scompare dalla schermata principale, restando però attiva in background, sottraendo dati personali dell’utente a sua insaputa. Si tratterebbe principalmente di numeri di telefono, ai quali in automatico sarebbero inviati nuovi messaggi ai propri contatti, invitati a loro volta a effettuare il download. Un nuovo "guaio", dunque, per il social che di recente era finito nel mirino del Garante della Privacy per il cambio di condizioni e termini d'uso.

 

Il consiglio dell’esperto

Come spiegato da Rajaharia, il consiglio è di evitare di scaricare l’applicazione che, a uno sguardo più attento, risulterà falsa anche nel nome (a volte è scritto Watsapp in Pink, altre Whatsapp Pink). Nel caso in cui, invece, si abbia già effettuato il download, l’esperto consiglia di: disintallare WhatsApp Pink immediatamente; scollegare tutti i propri device che abbiano un indirizzo a Whatsapp; pulire il browser dal pannello di controllo generale (selezionando Setting, Impostazioni); controllare le autorizzazioni per tutte le App che erano già presenti e, in caso se ne trovassero alcune non autorizzate o sospette, revocarle subito.

Un ultimo consiglio generale riguarda il fatto di diffidare da qualunque messaggio allettante che inviti al download di prodotti non noti e a stare attenti a siti sospetti, dietro i quali potrebbero nascondersi malware in grado di impossessarsi di dati personali.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA