S.O.S call - Tsunami di contagi

India, picco covid19: USA invia materiali e vaccini, aiuti anche da Ue

Biden ha annunciato invio di materiali per vaccini, aiuti, ventilatori, test, dpi e dosi AstraZeneca dopo ondata record in India che mobilita anche Ue e GB

India, picco covid19: USA invia materiali e vaccini, aiuti anche da Ue

Preoccupa la situazione devastante in India che vive ore di disperazione a causa della seconda incontenibile ondata di coronavirus che ha registrato il record mondiale di 349.000 nuove infezioni e 2.700 morti lo scorso sabato. Le autorità nazionali riportano perdite totali da covid-19 per 190.000 persone. Ma gli esperti ritengono che il numero reale di casi e decessi sia ampiamente sottostimato, visto che i pazienti malati riescono - a stento – ad avere accesso ai test e il conteggio ufficiale delle vittime sia stato approssimativo.

 

India senza ossigeno

Hanno catalizzato l’attenzione sui Social Media le immagini postate sabato dell’Indian Air Force partito per fare rifornimento a Singapore, sorvolando l’India, con quattro contenitori vuoti di ossigeno. Una volta riempite, le bombole (e altre forniture di emergenza) sono state scaricate in prossimità degli hub ospedalieri e di primo soccorso.

La carenza cronica di letti e ossigeno ha lasciato scoperti gli ospedali in centri di grave emergenza come quello di Delhi. L’India ha lanciato pubblicamente una “S.O.S call” per ricevere aiuti da parte di Governi stranieri e delle organizzazioni internazionali, mentre i pazienti lottano tra la vita e la morte (per mancanza di cure ed unità di soccorso, dispositivi di intervento e medicinali) anche mentre fanno la fila fuori dagli ospedali in attesa di essere visitati. Più di 20 pazienti sono morti ieri in un ospedale privato di Delhi, il Jaipur Golden, in seguito all’esaurimento delle scorte di ossigeno.

 

 

Vaccino AstraZeneca tra gli aiuti USA annunciati da Biden

Confermata dal Presidente Joe Biden anche via Twitter che la Casa Bianca ha deciso di inviare all’India materie prime per i vaccini. Gli Stati Uniti intensificheranno anche gli aiuti finanziari per la produzione  e l’invio di ventilatori, strumenti e farmaci per terapie o cure, kit per test rapidi e dispositivi di protezione individuale.

 “Proprio come l’India ha inviato assistenza agli Stati Uniti mentre i nostri ospedali erano messi a dura prova all'inizio della pandemia, siamo determinati ad aiutare l'India nel momento del bisogno”, ha affermato Biden ritwittando un post di Jake Sullivan, Consigliere per la Sicurezza USA che in una telefonata alla controparte indiana, Ajit Doval, ha stabilito di restare in contatto costante. Il materiale necessario per produrre Covishield, il vaccino Oxford-AstraZeneca ma “Made in India”, è stato identificato e “sarà immediatamente reso disponibile”.

 

È quanto si legge in una dichiarazione di Emily Horne, Portavoce di Sullivan. Inoltre, la US Development Finance Corporation finanzierà un’espansione della capacità di produzione da parte della casa farmaceutica indiana di vaccini, la BioE Ltd, per assicurarsi almeno 1 miliardo di dosi entro la fine del 2022. Infine, l’amministrazione Biden ha fatto sapere che gli Stati Uniti prenderanno in considerazione la spedizione di scorte di vaccino di AstraZeneca, ancora non approvato per l’uso negli Stati Uniti.

 

 

Si mobilitano anche Regni Unito e Unione europea

Dopo alcune reazioni sull’iniziale inazione, anche Regno Unito e Unione europea hanno annunciato ieri che invieranno aiuti all’India, in particolare, per contribuire ad affrontare la paralizzante carenza di ossigeno e altre forniture di emergenza. Lo tsunami dei contagi indiani ha smosso anche Bruxelles. Janez Lenarcic, Commissario Ue per la Gestione delle crisi, ha detto che il blocco sta “coordinando” le forniture di ossigeno e medicinali dopo aver attivato il Meccanismo europeo di Protezione civile.

Il leader indiano Modi è stato bersaglio di critiche per mancato adeguamento delle strutture sanitarie all’ultima forte ondata pandemica. In un discorso radiofonico, ha detto che l’Amministrazione centrale ha fatto di tutto per arginare la crisi. Eppure, nelle ultime battute, si percepisce come la situazione rimanga di difficile gestione e abbia “scosso la nazione”.

 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA