Interviste

Centri commerciali, Zoia: “non possiamo più continuare così”

Roberto Zoia, presidente del Consiglio Nazionale Centri Commerciali definisce ingiustificato provvedimento di chiusura nei weekend. Serve aiuto dello Stato

Lunedì 26 aprile 2021 è entrato in vigore il Decreto Riaperture, provvedimento che allenta le misure anti-Covid dopo un mese di aprile praticamente blindato.

 

Insoddisfatti i commercianti specialmente il comparto dei centri commerciali, primi a chiudere e ultimi a riaprire nonostante le misure per la sicurezza messe in campo per clienti e lavoratori, con 46 miliardi di euro persi solo nel 2020.

 

Abbiamo assistito a strade dello shopping affollate nelle principali città italiane nei fine settimana mentre alcune grandi superfici hanno potuto continuare a lavorare anche nei week end: come si spiega allora la decisione del governo di chiudere i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi?

 

Lo abbiamo chiesto a Roberto Zoia, presidente del Consiglio Nazionale Centri Commerciali (CNCC) in rappresentanza di 1200 centri commerciali in tutta Italia e 36.000 attività, sconcertato per il passo indietro del governo Draghi sulle riaperture nei fine settimana in zona gialla.

 

Le associazioni di categoria hanno chiesto un incontro urgente con il premier Draghi per discutere delle mancate riaperture e dei mancati ristori, con il provvedimento in vigore da novembre considerato del tutto ingiustificato.

 

Ecco la nostra videointervista a Roberto Zoia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Video vai alla sezione