Emergenza reddito

Reddito di emergenza giugno e luglio 2021: proroga ultime notizie

In arrivo due ulteriori mensilità, giugno e luglio, del Reddito di emergenza con l’approvazione del decreto Sostegni bis. Domanda all’Inps entro 30 giugno

Reddito di emergenza giugno e luglio 2021: proroga ultime notizie

Dopo marzo, aprile e maggio arrivano due ulteriori mensilità per il Reddito di emergenza, per giugno e luglio 2021, con l’approvazione del decreto Sostegni bis da 40 miliardi di euro.

 

Nella bozza del provvedimento c’è scritto che per ottenere il contributo bisognerà inoltrare la domanda all’Inps entro il 30 giugno 2021.

 

Decreto Sostegni bis: due ulteriori mensilità di Reddito di emergenza

Per l’anno 2021 sono riconosciute su domanda ulteriori due quote di Reddito di emergenza, si legge nella bozza del decreto Sostegni bis che si appresta ad approdare in Consiglio dei Ministri entro la fine della settimana. Si tratta delle mensilità di giugno e luglio 2021, dopo che il primo decreto Sostegni approvato a metà marzo aveva deciso di distribuire quelle per marzo, aprile e maggio 2021.

 

Il Rem è una misura studiata ad hoc per sostenere le famiglie in difficoltà causa Covid. Si tratta di un contributo che va dai 400 agli 800 euro a nucleo familiare.

Questi i requisiti principali:

  • residenza in Italia;

  • ISEE inferiore a 15 mila euro;

  • patrimonio mobiliare familiare inferiore a 10 mila euro;

  • reddito familiare inferiore alla soglia pari all’ammontare del reddito stesso.

 

Reddito di emergenza decreto Sostegni bis: domanda entro il 30 giugno 2021

Due ulteriori mensilità del Reddito di emergenza nel decreto Sostegni bis, con un meccanismo di assegnazione che non sarà automatico ma passerà attraverso la presentazione di un’apposita domanda all’Inps, come avvenuto anche per il primo decreto Sostegni.

 

La domanda Rem per le quote di giugno e luglio 2021 va presentata all’Istituto nazionale di previdenza sociale entro la data del 30 giugno 2021 “tramite modello di domanda predisposto dall’Inps e presentato secondo le modalità stabilite dal medesimo istituto”, si legge nella bozza del decreto Sostegni bis.

 

In arrivo anche buoni spesa e contributi per l’affitto e le bollette. Il decreto Sostegni bis, infatti, istituirà presso il ministero dell’Interno un fondo da 500 milioni di euro per il 2021 per consentire ai Comuni l'adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare e per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA