Politically correct

Biancaneve, il Principe e il bacio “non consensuale”: è polemica

La recensione di una nuova attrazione a Disneyland in California riaccende le polemiche sul politically correct. Biancaneve non ha detto “sì” al bacio

Biancaneve, il Principe e il bacio “non consensuale”: è polemica

Non c’è pace su Disneyland, neppure ora che il parco divertimenti a tema ha appena riaperto i battenti, dopo 400 giorni di chiusura a causa della pandemia da Covid.

A far discutere, però, non è il Covid, bensì il finale – ben noto da decenni – di Biancaneve e i Sette nani, che è protagonista di una nuova attrazione e che, soprattutto, è stato accusati di violare la libertà di scelta della bella White Snow, che riceve un bacio salvatore dal Principe, ma senza averlo chiesto né aver esplicitamente manifestato il suo consenso ad essere baciata, in quanto addormentata.

Insomma, Disney finisce ancora al centro delle polemiche dopo la censura di Peter Pan, Aristogatti e Dumbo, accusati di contenere stereotipi razzisti e discriminatori.

 

La nuova giostra e il bacio “non consensuale”

A sollevare la questione sono state Katie Dowd e Julie Tremaine, che hanno firmato la recensione di una nuova attrazione di Disneyland in California. La giostra è dedicata a Biancaneve e si chiama Snow White’s Enchanted Wish, “Il desiderio incantato di Biancaneve”, nome che ha preso il posto del vecchio Snow White’s Scary Adventure, tradotto come “L’avventura spaventosa di Biancaneve”.

Tutto sembrerebbe all’insegna dei sentimenti più genuini se non fosse per quel bacio non richiesto. In un’atmosfera dai toni accessi e colori fluorenscenti, la protagonista, che pure indossa il suo tradizionale abito blu e giallo, viene baciata dal Principe che così la risveglia dal sonno profondo nel quale era caduta dopo aver mangiato una mela avvelenata dalla matrigna-strega. Il tutto accompagnato dalla musica Someday my Prince Will Come. Peccato che quel bacio sia arrivato senza il consenso della destinataria, fanno notare Dowd e Tremaine.

 

“Non è vero amore”

Le due critiche, che hanno argomentato le proprie motivazioni sul sito del San Francisco Gate, fanno notare che il Principe “Le dà un bacio senza il suo consenso (…) mentre lei dorme. Non può essere vero amore se soltanto uno dei due è consapevole di quello che sta accadendo”. “Non siamo tutti d'accordo" aggiungono "che insegnare ai bambini che baciarsi, quando uno dei due non è consapevole, non va bene?”.

Nessuna critica all’attrazione in sé, quindi, quanto piuttosto alla fiaba, rimasta resa celebre dal film del 1937. L’opinione pubblica resta divisa, sia negli Usa che in Italia: c’è chi concorda con le due critiche, chi invece ritiene che si stia esagerando con il politically correct.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA