Untouchable

Reddito di Cittadinanza diventa impignorabile. Novità Dl Sostegni

Il Reddito di Cittadinanza e i ristori diventano crediti impignorabili grazie ad un emendamento M5s al decreto Sostegni a firma Iunio Valerio Romano

Reddito di Cittadinanza diventa impignorabile. Novità Dl Sostegni

Il Reddito di Cittadinanza non si tocca: è impignorabile. Lo stabilisce un emendamento M5s approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato al decreto Sostegni.

 

La misura di sostegno al reddito verrà inserita tra i crediti impignorabili, quelli definiti ed elencati dall'articolo 545 del codice di procedura civile.

 

Emendamento Dl Sostegni: Reddito di Cittadinanza diventa impignorabile

Il Movimento 5 stelle difende a spada tratta il Reddito di Cittadinanza (RdC), misura che in tempi di pandemia ha salvato milioni di persone dalla povertà assoluta.

 

L’assegno per il sostegno al reddito, cavallo di battaglia dei pentastellati, sarà impignorabile grazie ad un emendamento M5s approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato al decreto Sostegni, che sta proseguendo il suo iter in Parlamento per la conversione in legge attesa entro la fine del mese di maggio.

 

Con questa mossa i beneficiari dell’assegno erogato dall’Inps sono stati messi al sicuro da possibili attacchi, in un momento economico molto difficile a causa della pandemia Covid.

 

RdC in e fondo perduto tra crediti impignorabili grazie a emendamento M5s

Pienamente soddisfatto Iunio Valerio Romano, capogruppo pentastellato alla commissione Lavoro al Senato: “Ho presentato questa modifica normativa, a costo zero, per fugare dubbi interpretativi ed evitare, come avvenuto recentemente, il pignoramento di questo fondamentale beneficio economico, che va incluso proprio tra i crediti impignorabili, definiti ed elencati dall'articolo 545 del codice di procedura civile”.

 

 

Colmare questa vacatio normativa era assolutamente doveroso”, ha concluso il grillino ricordando la funzione sociale svolta da questo aiuto economico di contrasto alla povertà, erogato a circa 1,13 milioni di nuclei familiari coinvolgendo una platea complessiva di 2,6 milioni di persone, di cui 662mila minorenni.

 

La decisione di presentare l’emendamento sull’impignorabilità del Reddito di Cittadinanza è stata presa a seguito di una sentenza del tribunale di Trani che ha giudicato pignorabile il sostegno al reddito, in una vicenda in cui un ex coniuge divorziato non versava l’assegno di mantenimento alla ex moglie, permettendo all’Inps di girare parte del contributo direttamente all’ex coniuge.

 

Sulla base dello stesso principio diventeranno crediti impignorabili anche i contributi a fondo perduto riconosciuti alle Partite Iva, ossia i bonus e ristori a imprese e liberi professionisti.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA